Connettiti con

In città

L’Etna tra bellezza e potenza in un incontro a Villa delle Favare

Pubblicato

il

Organizzato congiuntamente dal Lions club Adrano, Bronte, Biancavilla e dall’Accademia Universitaria Biancavillese, si è svolto a Villa delle Favare un attualissimo service ambientale sul tema “Etna: bellezza e potenza, ambiente, natura, fuoco, tremori”.

Vincenzo Longo, presidente del Lions Club ha messo in evidenza la mission dell’associazione, che a livello internazionale si prefigge di raggiungere cinque obiettivi tra i quali è incluso quello della tutela ambientale. Pertanto ogni singolo club, nella propria realtà territoriale, tende a sviluppare delle iniziative su tale tematica.

Rosa Lanza, presidente dell’Accademia, ha informato i presenti che pur avendo già in precedenza realizzato un incontro su questo tema, sviluppato sotto l’aspetto vulcanologico, con l’iniziativa va a completarsi la tematica complessiva sulla visione del nostro vulcano.

Le relazioni che hanno attirato l’attenzione del numeroso e attento pubblico intervenuto, sono state esposte con dovizia di particolari e con linguaggio accessibile e comunicativo da rendere piacevole il service.

Salvuccio Furnari del Distretto Lions Area Catania, si è soffermato sugli aspetti storici e socio-economici che gravitano attorno all’Etna ed in particolare sulle ricadute e influenze che le eruzioni laviche hanno sul territorio con riferimento alle comunità interessate.

Il giornalista Gaetano Perricone, anche con l’ausilio di spettacolari immagini tratte da video realizzati da appassionati dell’Etna, ha evidenziato gli aspetti ambientali e naturalistici della nostra Montagna. Ha anche portato a conoscenza dei presenti, con un pizzico di orgoglio, il faticoso percorso e lavoro di equipe per il riconoscimento, meritatissimo, dell’Etna quale Patrimonio dell’Unesco.

Tra i partecipanti, una nutrita rappresentanza di ospiti della comunità terapeutica assistita “Cenacolo Cristo Re”, che in un’ottica di integrazione socio-culturale, ha seguito la manifestazione con particolare interesse e coinvolgimento.

Gli stessi ospiti, colpiti ed emozionati dalle parole e dalle immagini dei video, si sono intrattenuti piacevolmente a fine incontro, con i relatori Salvuccio Furnari e Gaetano Perricone, in un locale della città, per un momento conviviale e di maggiore approfondimento e curiosità sulle tematiche sviluppate dai relatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In città

Diventa “social” la novena siciliana della comunità “Cenacolo Cristo Re”

Gli ospiti della struttura impegnati nella preparazione di canti e melodie della cultura popolare

Pubblicato

il

La Comunità Terapeutica Assistita “Cenacolo Cristo Re” di Biancavilla si adegua alla modernità. In questo periodo natalizio in considerazione del complesso momento epidemico, non potendo allestire come ogni anno i tradizionali presepi siciliani nelle varie località del comprensorio etneo, incluso il magnifico chiostro del Palazzo dei Minoriti di Catania, ha preparato la caratteristica Novena, trasmettendola giornalmente con i mezzi social.

L’obiettivo principale di questa nuova modalità rimane quello di essere presente nel territorio come parte viva per vivificarne la solennità, coniugandola con la tradizione.

Gli ospiti in questo modo sono stati comunque impegnati in diversi laboratori allestiti per preparare in modo adeguato tutta la sequenza dei canti e delle melodie tipiche della cultura popolare.

Con entusiasmo e tanta voglia di fare si sono impegnati in esercitazioni canoro-musicali, recitative e grafico pittoriche, esaltando le musicalità ed i versi vernacolari e predisponendo, inoltre, una caratteristica scenografia che, raffigurando la Natività, ha richiamato la classica “cona” che viene approntata nei “tareddi” dei nostri paesi.

«Quella di quest’anno, rappresenta una interessante novità multimediale e un modo diverso di inclusione sociale – afferma il direttore generale Giosuè Greco – che fa parte della visione della Presidenza dell’Ente, della Direzione amministrativa e della Equipe multidisciplinare della struttura ed operativamente sviluppata da valenti operatori professionali che con competenza, giornalmente, si spendono al servizio degli ospiti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili