Connettiti con

In città

Applausi per il “Città di Biancavilla” che vince il campionato di calcio a 5

Pubblicato

il

Con 14 partite vinte, 2 pareggi e soltanto 2 sconfitte, la Asd Città di Biancavilla, squadra di calcio a 5, si è aggiudicata il campionato di serie D (categoria provinciale) e risulta promossa alla C2 (categoria provinciale).

Un risultato da applausi per la squadra del presidente Davide Finocchiaro e di mister Salvo Capuano (con Giuseppe Imbrogiano vice mister e Salvatore Scalisi direttore sportivo).

Merito di un team e atleti affiatati, con tanta voglia di sport e l’obiettivo di portare in alto il nome di Biancavilla.

A premiare la squadra è stata Maria Teresa Chiara, presidente delegato provinciale della Figc: «Tenevo particolarmente a premiare personalmente la squadra vincitrice del campionato di serie D, alla Coppa ho accompagnato i miei complimenti per il risultato conseguito dal “Città di Biancavilla” e ho fatto un in bocca al lupo per il prossimo campionato di C2. Sapranno farsi valere».

Particolare emozione dal presidente Davide Finocchiaro: «Essendo il primo anno in un campionato ufficiale Figc, inizialmente non è stato facile tra incombenze burocratiche, investimenti economici e costruzione di una rosa competitiva, ma poi –dice a Biancavilla Oggi– si è rivelata una stagione fantastica. Abbiamo portato alto il nome della nostra città per la provincia e questo mi rende orgoglioso quanto per la promozione. Per la prossima stagione di C2 cercheremo di fare lo stesso. Grazie di cuore agli sponsor che hanno creduto in noi e a dirigenza, staff e giocatori tutti per questa stagione indimenticabile».

Ed eccoli i protagonisti di questa impresa: Giuseppe Arona, Gigi Bellissimo, Antonio Cortese, Gaetano Farò (che con 42 gol ha conquistato il titolo di capocannoniere), Salvatore Farò, Giuseppe Finocchiaro, Vincenzo Furnari, Andrea Grasso, Marco Longo, Claudio Mammano, Gianluca Mazzeo, Giuseppe Possente, Antonio Rubino e Gaetano Teriaca (capitano).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In città

Fu lui a progettarla, ora la rotatoria è intitolata all’ing. Pietro Antonio Furnari

Cerimonia per ricordare il professionista biancavillese scomparso prematuramente a 49 anni

Pubblicato

il

La sua morte improvvisa, all’età di 49 anni, aveva suscitato profonda commozione a Biancavilla, nel gennaio del 2023. L’ingegnere Pietro Antonio Furnari erano un professionista noto ed apprezzato.

Adesso, l’amministrazione comunale ha intitolato in sua memoria la rotatoria di viale Cristoforo Colombo, che era stata progettata proprio dallo stesso Furnari.

Alla cerimonia, oltre al sindaco Antonio Bonanno, hanno preso parte i familiare del professionista: la moglie, i filgi, le due sorelle. Presente anche il deputato europeo Marco Falcone e l’ex sindaco Mario Cantarella.

«Ho sempre ammirato – ha detto il primo cittadino – la dedizione e il garbo dell’ing. Furnari assieme all’amore per la propria città. Lo spazio a lui intitolato ha il valore di un ringraziamento di tutta Biancavilla a un figlio eccellente, la cui parabola umana e professionale è stata troppo breve».

Nella targa in suo ricordo, la scritta: “Ingegnere, persona perbene, esempio di altruismo, onestà e lealtà”.

L’ing. Furnari si era occupato da diverse opere pubbliche per conto di vari enti, non solo in provincia di Catania, ma anche in altre aree località della Sicilia. Tra i progetti seguiti, quelli riguardanti interventi di riqualificazione dei plessi scolastici “Antonio Bruno”, “San Giovanni Bosco” e “Luigi Sturzo” a Biancavilla. Sempre nella sua città d’origine, ha seguiti i progetti di consolidamenti delle chiese “Sacro Cuore” e “Santa Maria dell’Idria” dopo i danni subìti dal terremoto dell’ottobre 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti