Connettiti con

Fuori città

Triathlon, Natale e Francesco Rizzo si piazzano tra i migliori atleti d’Italia

Pubblicato

il

Prestazione brillante al Gran Prix di Scario in Campania per i campionati italiani di triathlon, da parte di due atleti biancavillesi. Natale e Francesco Rizzo sono stati tra i 160 partecipanti provenienti da tutta Italia.

I due fratelli fanno parte della Magma Team” di Catania, squadra già classificatasi come migliore di Sicilia e seconda in Italia per punteggio.

«Si tratta di una disciplina completa e oserei dire molto dura –spiega Natale a Biancavilla Oggi– oltre ad allenare il fisico su tre discipline (nuoto, bici, corsa) ci vuole molta costanza, tenacia e anche forza mentale. Mettere insieme allenamenti giornalieri, lavoro e famiglia è davvero dura. In quest’ultimo campionato, il livello era molto alto ed è un onore per me avere partecipato tra i migliori d’Italia».

«La mia vita –aggiunge Francesco– è cambiata da quando faccio triathlon. Una disciplina che potrebbe sembrare uno sport, anzi, in molti pensano che sia l’insieme di tre sport senza soluzione di continuità. Invece il triathlon va oltre. Chi lo pratica con serietà sa di cosa sto parlando: è un modo di vivere. Spesso si associano fatica e sacrificio al triathlon, c’è chi lo crede incompatibile con una vita “normale”. Non vorrei sembrare –sottolinea ancora Francesco– un romantico folgorato da una commovente finish line in una gara marchiata Ironman e quindi elenco freddamente i motivi per i quali penso che sia una buona cosa fare triathlon: diventi organizzato, allontani la gente negativa, diventi più sano, sarai più produttivo, ti divertirai un sacco».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cultura

Un biancavillese nominato a capo del Conservatorio Santa Cecilia di Roma

Prestigioso incarico per il prof. Antonio Marcellino, sovrintendente dell’Orchestra sinfonica siciliana

Pubblicato

il

di VITTORIO FIORENZA

Antonio Marcellino, biancavillese, sovrintendente dell’Orchestra sinfonica siciliana, è stato nominato presidente del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, prestigiosa istituzione fondata nel 1875 con radici che risalgono al XVI secolo. Un’istituzione che ben conosce, avendovi insegnato organologia per sei anni, dal 2010 al 2016.

La notizia è stata diffusa dalla pagina facebook del Conservatorio “Vincenzo Bellini”, dove Marcellino insegna storia della musica. Tra i primi a formulare le congratulazioni, anche l’orchestra di fiati “Toscanini” di Biancavilla.

Diplomato in pianoforte, laureato in musicologia e specializzato in paleografia e filologia musicale, Marcellino è stato anche professore a contratto nelle università “Tor Vergata”, Messina, Catania e Calabria, oltre che al politecnico internazionale di Vibo Valentia.

Attualmente è anche presidente del Festival Internazionale del Val di Noto “Magie barocche” (i cui eventi sono stati ospitati pure a Biancavilla) e membro della Commissione per la musica sacra dell’Arcidiocesi di Catania.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili