Connettiti con

Associazionismo

Un ibiscus piantato in area verde: nasce così il gruppo giovanile Avis

Pubblicato

il

Iniziativa nel parco “Diritti dell’infanzia”. Francesco Pinzone è il responsabile del nuovo organismo. Si raggiunge così un obiettivo che sin dall’insediamento era stato indicato dal presidente Fulvio Cantarella. 

 

di Vittorio Fiorenza

Una giornata da annotare negli annali dell’Avis di Biancavilla, quella organizzata dalla sezione “Nino Tropea” dell’Avis di Biancavilla. L’associazione presieduta da Fulvio Cantarella ha ufficializzato la costituzione del gruppo giovanile, indicando quale responsabile Francesco Pinzone, che sarà affiancato anche da Luciano Distefano.

La presentazione della nuova formazione è avvenuta presso il parco “Diritti dell’infanzia” di Biancavilla. Per l’occasione i volontari, per lasciare un segno tangibile dell’evento e dare un segnale alla comunità, hanno voluto piantare un ibiscus rosso e piantine fiorite nelle fioriere dell’area pubblica, laterale a via Maria Santissima Addolorata, di fronte al nuovo plesso ospedaliero.

È stata un’occasione nella quale si è registrata una grande partecipazione di giovani. Momento di raccoglimento e benedizione affidata a padre Salvatore Verzì, parroco della chiesa di San Salvatore, che proprio sull’aggregazione giovanile si è distinto negli anni rispetto ad altre realtà ecclesiali.

Una giornata nella quale non ha fatto mancare la sua presenza il presidente provinciale dell’Avis, Carlo Sciacchitano. Presente pure il presidente della sezione adranita, Salvatore Granuzzo.

«Una giornata bellissima all’insegna della solidarietà e del dono più bello, la vita», ha commentato il presidente Cantarella. Era stato lui, nel febbraio 2017, appena insediatosi, ad annunciare a Biancavilla Oggi l’intento di una maggiore responsabilizzazione giovanile all’interno dell’associazione, che a Biancavilla vanta un forte radicamento ed un esemplare attivismo.

«Nel nuovo direttivo –aveva specifica da queste pagine Cantarella– ci sono nuove leve, ma dobbiamo riflettere sulla prospettiva del ricambio generazionale e al passaggio di testimone. Per questo pensiamo di affidare al gruppo di ragazzi il compito di veicolare le attività dell’Avis ad altri giovani, nella speranza di farli avvicinare alla cultura della donazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Giri turistici e cinema in cortile: l’estate degli ospiti del “Cenacolo”

Conclusa la serie di iniziative della comunità terapeutica assistita di via San Placido

Pubblicato

il

Un festoso pomeriggio musicale ha concluso le attività estive che si sono svolte nella comunità terapeutica assistita “Cenacolo Cristo Re” di via san Placido, a Biancavilla.

Compatibilmente con le disposizioni anti-Covid, gli ospiti sono stati impegnati in iniziative terapeutico-riabilitative ed educative diversificate. Attività anche innovative rispetto agli altri anni per recuperare un periodo che purtroppo a causa della pandemia presentava delle restrizioni.

Accolti, sia per la novità che per il gradimento percepito, i progetti “Escursione serale” ed “E… State sotto le stelle – proiezioni cinematografiche in cortile”.

Le escursioni serali (Taormina e Catania con la caratteristica movida, il suggestivo giro dell’Etna e della costa Jonica…) hanno garantito momenti di socializzazione. E fatto riscoprire pure negli ospiti il piacere di una salutare passeggiata nelle vie dei centri turisticamente più rinomati. Favorita, così, una condizione di normalità che le individuali limitazioni cliniche non facilitano.

All’imbrunire, le “Proiezioni cinematografiche all’aperto” su un maxi telone hanno fatto rivivere piacevolmente l’atmosfera e il fascino delle “arene pubbliche”. Interessante il coinvolgimento attivo con la presentazione e il commento finale di ogni singola pellicola. Sempre un gustoso e rinfrescante gelato ha accompagnato le iniziative.

Anche mare, giochi e musica…

E poi giochi di società, tornei di calcetto balilla in struttura e le giornate alla Plaja, nella splendida spiaggia catanese. Tutte attività che hanno caratterizzato e mitigato la quotidianità di questa rovente e atipica stagione estiva.

Ogni mese è stato scandito da pomeriggi canoro-musicali con performance individuali e di gruppo che hanno messo in evidenza ed incentivato le capacità personali e favorito l’autostima di ciascuno degli ospiti.

L’Equipe Multidisciplinare, retta dal Direttore sanitario Gaetano Interlandi, ha programmato e coordinato le attività , condivise dal personale coinvolto per ogni singola iniziativa. Attivata anche la collaborazione di volontari esterni (il Cgs Life con Armando Bellocchi e i giovani del gruppo).

Nel salutare l’estate ed in prossimità delle festività patronali, Salvuccio Furnari, componente dell’associazione culturale “Arbëreshë” ha presentato la terza edizione de “La rievocazione storica”, che mette in risalto la presenza degli esuli albanesi nella fondazione della nostra città.

Giosuè Greco, Direttore generale dell’Opera Cenacolo e Vincenzo Conti, responsabile amministrativo della struttura che hanno favorito la programmazione e la realizzazione di tutte le iniziative tendenti a migliorare il benessere e la salute degli ospiti, hanno espresso il loro compiacimento per i risultati ottenuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili