Connettiti con

Fuori città

Fratelli Rizzo, “pionieri” del triathlon: sport di resistenza e forza di volontà

Pubblicato

il

Un mix di prove una dopo l’altra: nuoto, ciclismo e corsa. È il triathlon. Ci vuole tanta resistenza e parecchia forza di volontà. Una disciplina sportiva non molto nota, ma sta riuscendo lo stesso ad attrarre sempre più atleti. Come Natale e Francesco Rizzo, due fratelli di Biancavilla, che fanno parte di Magma di Catania, squadra prima per punteggio e risultati in Sicilia.

I fratelli Rizzo sono gli unici del nostro comprensorio a praticare questo sport. E sono riusciti ad imporsi e a distinguersi. Francesco, dopo appena due anni di gare, si è classificato tra i primi 30 siciliani, posizionandosi primo di categoria per tre competizioni nel corso di quest’anno, oltre a partecipare all’«ironman».

Natale, dopo la prima stagione, si è posizionato tra i primi 50: un dettaglio non da poco, se si considera che ad ogni gara gli atleti partecipanti sono circa 250.

«Si tratta di uno sport sconosciuto nella nostra zona –dicono a Biancavilla Oggi, Natale e Francesco– il prossimo anno il nostro obbiettivo sarà migliorare le performance e magari far conoscere questo sport a fasce più ampie».

Ecco perché il programma del 2018 per i fratelli Rizzo prevede la partecipazione a diverse gare, a cominciare da quella del “TrinacriaHalf”, oltre al percorso triathlon sprint 750 mt di nuoto, 20 km di bici e 5 km di corsa del “Sicily triathlon series” e quello del “Trinacria wolf (mezzo “iroman”, gara a livello europeo) nonché 1,9 km di nuoto, 90 km di bici e 21 di corsa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Fuori città

Giovanni Lau, biancavillese d’adozione nominato cavaliere dal Capo dello Stato

Onorificenze del presidente Sergio Mattarella, cerimonia con il prefetto al teatro “Bellini” di Catania

Pubblicato

il

Cerimonia di consegna, al teatro “Bellini” di Catania, dei diplomi agli insigniti delle Onorificenze dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana”. A ricevere il titolo di cavaliere anche un biancavillese d’adozione, l’ing. Giovanni Lau.

I titoli, concessi dal Presidente della Repubblica il 27 dicembre 2021, sono destinati a coloro che si sono distinti per meriti verso la Nazione. Il prefetto Maria Carmela Librizzi, insieme ai ragazzi di “Musicainsieme a Librino”, hanno nominato Commendatore anche gli attori Tuccio Musumeci e Pippo Pattavina.

La cerimonia, nell’ambito del 76esimo anniversario della Repubblica, è stata presentata da Salvo La Rosa. A parteciparvi, anche il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno, sul palco assieme a Giovanni Lau e al prefetto.

«A Giovanni Lau –ha detto Bonanno– vanno le mie felicitazioni e il mio ringraziamento per quanto fatto in favore della comunità biancavillese. Tra le sue opere meritorie si annovera anche la donazione di un defibrillatore, installato proprio all’ingresso della Casa comunale. Il Tricolore che da stasera adorna il Teatro Massimo Bellini di Catania illumini anche i nostri cuori e li riempia di autentico orgoglio: l’orgoglio di essere italiani».

A conclusione, il Concerto per la Repubblica eseguito dall’Orchestra del Teatro Massimo Bellini diretta dal Maestro Fabrizio Maria Carminati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili