Connettiti con

Biancavilla siamo noi

«Segnalata spazzatura sparsa in strada ma nessun intervento»

Pubblicato

il

Che il servizio di raccolta dei rifiuti a Biancavilla non possa vantare standard di efficienza svizzeri è cosa nota. Ma ad accorgersene di più sono i cittadini che vivono in zone periferiche. Pur pagando le bollette si ritrovano ad avere un servizio di serie B.

Ce lo fa notare una famiglia, che si è rivolta a Biancavilla Oggi per fare presente che in contrada Ciccolinusa, la spazzatura è sparsa in strada e parte dei rifiuti è finita oltre il bordo della strada. Diverse le foto che abbiamo ricevuto, ne pubblichiamo una emblematica con la spazzatura davanti ad un cancello di una proprietà privata.

«Abbiamo segnalato la cosa agli operatori ecologici, ma sono passati diversi giorni e nessuno qui si è visto per pulire e rimuovere quei rifiuti. Non è la prima volta che accade. “Ora veniamo, ora veniamo”, ci dicono. Ancora attendiamo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Dino

    28 Marzo 2017 at 18:45

    Gente schifosa ancora per poco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Biancavilla siamo noi

«Schiamazzi notturni e strade usate come urinatoi, qui non si può dormire»

Gli abitanti della zona del plesso “Marconi” si rivolgono a “Biancavilla Oggi” e lanciano un Sos

Pubblicato

il

Nemmeno di notte si può dormire in pace. Ci scrivono gli abitanti delle vie che costeggiano il plesso elementare “Guglielmo Marconi” del 1° circolo didattico. Siamo in pieno centro, a Biancavilla e la quiete è soltanto un lontano ricordo.

«Disturbi notturni con schiamazzi fino a tarda notte, musica ad alto volume, c’è chi urina nelle vie e nelle saracinesche dei garage. C’è chi butta lattine, sacchettini, plastica a terra. C’è chi lancia le bottiglie di birra e le rompe a terra».

Questo scrivono i residenti, rivolgendosi a Biancavilla Oggi, nella speranza che possa intervenire qualcuno e ponga fine ad una situazione che è diventata intollerabile.

«È impossibile da vivere questa situazione –viene sottolineato– tutto il vicinato non riesce più a dormire. Si pensava che in inverno questo “casino” si placasse, ma invece persiste».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili.