Connettiti con

News

Alunni di nuovo in aule fredde, i genitori: «Una catena di bugie»

Pubblicato

il

freddo-a-scuola

Immagine di repertorio

Ad una settimana dagli annunci del sindaco sui problemi risolti, la triste realtà è che all’Istituto “Antonio Bruno” e al Secondo Circolo didattico le aule sono di nuovo gelide.

 

di Vittorio Fiorenza

Alunni di nuovo al freddo nelle classi dei plessi dell’Istituto “Antonio Bruno” e del 2° Circolo didattico “Giovanni Verga” di Biancavilla. È passata una settimana dagli annunci di soluzione dei problemi agli impianti di riscaldamento.

Eppure stamattina una gelida sorpresa ha accolto i bambini. Già noto lo scenario: in classe con i cappotti e stufe elettriche (insufficienti). Altri alunni (soprattutto al 2° Circolo) sono stati riportati a casa dai genitori.

Sono gli effetti dei nuovi problemi alla caldaia, per la quale sono scattate verifiche tecniche. Non si sa se sarà ripristinata per domani l’erogazione dell’aria calda.

I genitori si dicono esasperati: «È stata costruita una catena di bugie, il problema non è stata la nevicata o l’ondata di freddo. La verità è che c’è un’inadeguatezza strutturale, a danno dei nostri figli».

Aggiornamento

(19 gennaio 2017) Al rientro in classe, gli alunni dei due plessi scolastici hanno trovato le aule riscaldate. Lo fanno sapere i genitori. Lezioni svolte in maniera regolare.

LEGGI GLI ARTICOLI

Genitori minacciano la protesta: «Disagi irrisolti, alunni al freddo»

Scuole al freddo, Forza Italia: «Glorioso prende in giro i genitori»

Caldaie in tilt in tre plessi scolastici: alunni accolti in aule-freezer

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Alfredo

    18 Gennaio 2017 at 23:22

    Penso ke sia vergognoso lasciare dei bambini al freddo ( specie in questi giorni) con una stufetta elettrica ( tra l’altro poco utilizzabile, perché stacca il salva vita) non avere un occhio di riguardo per coloro che devono stare 6 ore seduti e nonostante indossino giubbotti e copertine tremano dal freddo, persino gli insegnanti incitano gli alunni a lamentarsi per il freddo perché loro stessi tremano…. mi chiedevo ma il nostro SIGN. SINDACO , il nostro ASSESSORE, sono così impegnati a tenere caldo il loro ufficio? O non osano mettere la propria faccia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Lo spartitraffico diventa “galleggiante” lungo viale dei Fiori a Biancavilla

Acquazzone d’agosto con disagi per gli automobilisti non soltanto per il consueto tratto allagato

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Solito acquazzone, solito copione lungo viale dei Fiori, a Biancavilla. Stavolta, però, con una variante, che riguarda lo spartitraffico “New Jersey” posato su un tratto di strada alcune settimane fa. Gli elementi in plastica che separano le corsie sono diventati “galleggianti” a causa del consueto accumulo di acqua piovana.

Diversi blocchi separatori sono finiti per “invadere” una delle corsie, aggiungendo ulteriore disagio agli automobilisti in transito.

La separazione “morbida” delle due corsie si lega alla presenza delle strisce pedonali rialzate. Tutto ciò -nelle intenzioni del Comune- dovrebbe favorire in maniera sensibile la riduzione della velocità dei veicoli ed escludere del tutto i salti di corsia.

Se la presenza delle “barriere” in plastica ha già evitato sorpassi azzardati, resta da risolvere l’accumulo di acqua. Un “fenomeno” presente fin dall’inaugurazione del “nuovo” viale dei Fiori, avvenuta con la passata amministrazione comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili