Connettiti con

Cronaca

Anziano borseggiatore in azione tra le bancarelle del mercato settimanale

Pubblicato

il

scippo

La vittima si è accorta di tutto e ha fatto fuggire l’uomo. Si tratta dell’ennesimo episodio, che ripropone la questione sicurezza nella zona di via Filippo Turati ogni mercoledì. Ecco il racconto a Biancavilla Oggi di una testimone.

 

di Vittorio Fiorenza

Un anziano insospettabile. Sembrava che stesse girando tra le bancarelle per fare acquisti. Invece, si è svelato essere un borseggiatore. Protagonista di un episodio (l’ultimo di una serie) al mercato settimanale di Biancavilla.

L’uomo aveva già infilato la sua mano nella borsa di una signora, quando quest’ultima si è accorta di quella mossa e ha lanciato l’allarme.

L’anziano aveva già preso il borsellino, ma lo ha dovuto mollare e darsi alla fuga in tutta fretta, dopo che le urla della vittima hanno attirato l’attenzione delle persone che lì vicino. Non c’è stato tempo di chiamare i carabinieri o i vigili urbani.

«Ho notato quest’uomo –racconta a Biancavilla Oggi una testimone– in un primo momento dava delle spinte per avvicinarsi, ha spinto pure me ma io pensavo fosse il marito della signora vicina. E poi vedendolo anziano non pensavo fosse un borseggiatore, quindi mi sono spostata per scambiare due chiacchiere con una mia amica».

Invece, l’anziano è passato all’azione. «La vittima –continua ancora la testimone, che ha segnalato l’accaduto alla nostra redazione– si è accorta del fatto e ha beccato l’uomo con le mani nella borsa e il portafoglio in mano. Ha perciò urlato di mollare il borsellino e gli ha dato una pacca nelle mani. Lui ha mollato ed è scappato. Evidentemente dobbiamo guardarci le spalle anche dai vecchietti».

Non è la prima volta che al mercato accadano episodi simili. Quest’ultimo ripropone la questione della sicurezza, ogni mercoledì, nella zona di via Filippo Turati.

LEGGI GLI ARTICOLI

Borseggiatore al mercato «Ma io ho urlato e l’ho fatto fuggire»

Attenzione in via Filippo Turati, donna derubata del portafogli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Omicidio a Biancavilla: la vittima è Antonio Andolfi di appena 20 anni

C’è un fermo da parte dei carabinieri, il movente sarebbe legato a “questioni di pascolo”

Pubblicato

il

Un giovane di Biancavilla, Antonio Andolfi, di appena 20 anni, compiuti lo scorso 15 luglio, è morto a seguito di ferite da arma da fuoco.

Già fermato il presunto omicida: si tratta di un pastore. Il movente, secondo fonti investigative, sarebbe legato a «questioni di pascolo». La pista seguita dai militari quindi è quella della sfera personale, escludendo collegamenti con la criminalità organizzata.

Conoscenti avrebbero trasportato la vittima al pronto soccorso dell’ospedale “Maria Santissima Addolorata”, ma non c’è stato nulla da fare. Il giovane era già morto durante il tragitto.

Sul fatto, indagano i carabinieri della compagnia di Paternò e della stazione di Biancavilla. I militari hanno già ricostruito le fasi di quanto accaduto. Per il presunto omicida si attende la convalida del fermo da parte del Gip.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti