Connettiti con

In città

Carabinieri e finanzieri in festa, nuova sede nell’ex macello

Pubblicato

il

Carabinieri e Finanzieri

di Vittorio Fiorenza

Associazioni Carabinieri e Finanzieri in festa per due giorni, a Biancavilla, con inaugurazione della nuova sede, mostre, cerimonie e concerti. Due realtà associative, guidate da Antonio Rapisarda, Salvatore Diolosà e Giuseppe D’Urso, presenti nel territorio dal 2001 e che contano oggi 120 soci. I locali dell’ex macello di via Taranto sono ora la loro sede.

All’inaugurazione sono intervenuti i comandanti provinciali dell’Arma e delle Fiamme Gialle, Alessandro Casarsa e Roberto Manna, il comandante della compagnia dei carabinieri di Paternò, Lorenzo Provenzano, e Dario Troisi per la stazione di Biancavilla, il comandante della tenenza della Guardia di Finanza di Paternò, Francesco Leotta, oltre ai vertici catanesi della Guardia forestale e della Guardia costiera, Luca Ferlito e Tino Alongi.

A tagliare il nastro inaugurale, i due comandanti provinciali e il sindaco Giuseppe Glorioso, mentre padre Pino Salerno ha benedetto i locali e il Piccolo coro “San Giovanni Bosco” ha intonato l’Inno d’Italia.

Salvo La Rosa ha presentato i vari interventi, poi proseguiti al teatro “La Fenice”, dove l’Ensemble Accademia Musicale Federino II di Troina ha tenuto un concerto.

Una mostra di divise storiche militari è stata curata dal collezionista licodiese Leonardo Samperi.

A sugellare la solidarietà tra Anc e Anfi, anche la realizzazione di un logo da parte di Giuseppe D’Urso che richiama le “fiamme” delle due forze militari in una perfetta sintesi grafica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In città

I tradizionali “regali dei morti” agli ospiti del Cenacolo di Biancavilla

Iniziativa a sorpresa dell’equipe multidisciplinare e della direzione della comunità terapeutica assistita

Pubblicato

il

Il giorno della ricorrenza dei defunti, tutti gli ospiti della comunità terapeutica assistita “Cenacolo Cristo Re” di Biancavilla, a sorpresa, sono stati omaggiati di doni e dolciumi vari, tipici della nostra terra.

Questa iniziativa si inquadra complessivamente nelle attività programmate. Lo scopo è far vivere momenti di serenità e gioia agli assistiti in questo periodo di particolare difficoltà dovute alla pandemia in atto.

I pazienti, sbigottiti ed emozionati, hanno gradito tantissimo questo gesto simbolico. Ma tanto significativo e per loro inaspettato, offerto dalla direzione e programmato dalla equipe multidisciplinare della struttura.

Tutti, a proprio modo, hanno manifestato la gratitudine. Oltre al momento bello di condivisione, sono emersi ricordi d’infanzia collegati ai tanti familiari scomparsi, in modo particolare ai nonni.

Le emozioni espresse, i sorrisi manifestati hanno riempito di gioia anche gli operatori. Con amore hanno distribuito i doni ai pazienti, che si trovano a seguire un percorso terapeutico riabilitativo.

Il gesto non rimarrà isolato, bensì sarà inquadrato in una discussione e un confronto tra le figure professionali operanti nella struttura e gli utenti per favorire un percorso individuale e di gruppo per stimolare quei processi di elaborazione dei vissuti e programmare percorsi individualizzati che diano dignità e salute alla vita degli assistiti.

La Comunità Cenacolo Cristo Re si conferma con questi gesti, che possono apparire semplici, attenta a rinnovare le tradizioni nostrane ma soprattutto interessata alla qualità della vita dei propri ospiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili