Connettiti con

Politica

Pronti per il Giro d’Italia, l’assessore regionale Manlio Messina a Biancavilla

L’esponente del governo Musumeci: «Un evento così importante ha i suoi effetti sul territorio»

Pubblicato

il

«Gli occhi degli spettatori di 130 Paesi del mondo sono puntati sulla Carovana Rosa e anche su bellissime realtà territoriali come Biancavilla e Adrano».

Nel giorno dell’avvio della 105esima edizione del Giro d’Italia di ciclismo, l’assessore regionale allo Sport, Manlio Messina, esalta il connubio “Sport & Turismo” legato all’evento sportivo internazionale.

Messina ha partecipato a Biancavilla alla presentazione dell’evento che toccherà martedì la nostra città. Presenti il sindaco Antonio Bonanno, l’assessore allo Sport, Marco Cantarella, l’assessore allo Sport del Comune di Adrano, Maria Scardina, il presidente del Consiglio Comunale, Martina Salvà, e il deputato regionale Gaetano Galvagno.

In prima fila il biancavillese Alfredo Greco, storico organizzatore di eventi ciclistici e memoria storica del ciclismo siciliano, il videomaker Salvo Diolosà del collettivo “Groovy” che ha realizzato la clip “Biancavilla in maglia rosa”, e il consigliere comunale Antonio Bonanno, grande appassionato di ciclismo.

I complimenti e gli auguri di buon lavoro sono arrivati dal consigliere d’amministrazione dell’Enit Sandro Pappalardo, che ha collaborato all’organizzazione dell’evento.

Il sindaco Bonanno: «È un passaggio storico»

«Nella tappa Avola-Etna di questo Giro d’Italia – ha spiegato il sindaco Bonanno – Biancavilla copre una porzione di 20 km. È davvero un passaggio storico per la nostra città. Per questo vanno ringraziati l’assessore Manlio Messina e l’on. Galvagno che hanno contribuito a rendere Biancavilla protagonista di questo grandissimo evento sportivo. Biancavilla – ha aggiunto Bonanno – ospita anche le prove a cronometro del Giro-E che parte il 10 maggio da Adrano».

«La promozione di un evento sportivo così importante – ha sottolineato l’assessore regionale Messina – ha effetti sul piano economico per le realtà territoriali interessate. Per questa ragione mi sono battuto perché tornasse in auge, dopo un fermo di 40 anni, il Giro di Sicilia. Sono grato ai sindaci di Biancavilla e Adrano che si battono per il proprio territorio e hanno l’onestà di riconoscere i meriti altrui».

Di “lavoro di squadra” ha parlato il deputato regionale Galvagno, esprimendo grande apprezzamento per l’impegno del primo cittadino che porta nella sua città uno degli eventi sportivi più importanti d’Italia.

L’assessore adranita Scardina ha elogiato la collaborazione delle due città che rappresentano ormai un ‘continuum’ territoriale.

Secondo l’assessore Cantarella e il presidente Salvà, promozione del territorio, con la “Terza Porta dell’Etna”, e benefici sull’intera economia sono gli effetti dell’evento sportivo che martedì coinvolgerà tutti i cittadini di Biancavilla. Da domenica, è stato annunciato, anche la Chiesa Madre s’illuminerà di rosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Biancavilla in balìa dell’Acoset: acqua ridotta, disservizi in vari quartieri

L’azienda riduce di 6 litri al secondo la consueta erogazione, il sindaco Bonanno si rivolge al prefetto

Pubblicato

il

L’Acoset ha ridotto l’erogazione idrica a Biancavilla. Ciò sta creando disagi agli utenti che risiedono in particolare nel centro storico (non serviti dai pozzi comunali).

Il primo cittadino ha informato della situazione la Prefettura di Catania. «Pur comprendendo le difficoltà della società idrica, il sindaco Bonanno – informa una nota del Comune – ha chiesto all’Acoset di ripristinare il più presto possibile l’erogazione idrica nelle quantità necessarie al fabbisogno dei cittadini».

Secondo il Piano Regolatore delle Acque, l’Acoset è tenuta a fornire al Comune di Biancavilla (pur non facendo parte della società) 23 litri al secondo di acqua. Di solito, tuttavia, l’erogazione è stata garantita per 27-28 l/s, un quantitativo che (unito a quello dei pozzi del Comune) riesce a coprire il fabbisogno. Adesso, però, per carenza idrica ed esigenze aziendali, a Biancavilla vengono forniti 21 litri al secondo. Un quantitativo insufficiente, che è causa dei disservizi presenti in diversi quartieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti