Connettiti con

Cronaca

Ss 284, inflessibilità “svizzera”: multato a Biancavilla per… 1 km/h in più

Sanzionato un automobilista per un eccesso di velocità segnalato dal sistema di autovelox

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Multato perché ha superato di 1 km/h il limite massimo di velocità consentito (fissato in 70 km/h) sul tratto di strada. È quanto capitato ad un automobilista di Biancavilla, che si è visto recapitare il verbale a firma del comandante della polizia municipale Vincenzo Lanaia.

Proprio così: il conducente ha superato il limite di 1 km/h. L’auto andava a 71 km/h (tenendo già conto della tolleranza di legge). Una precisione e una inflessibilità da fare invidiare persino le rigorose autorità svizzere.

L’infrazione al Codice della strada è avvenute sulla Ss 284, nel tratto di Biancavilla, dove è installato il sistema automatico di rilevamento della velocità. L’autovelox ha registrato il superamento del limite e ha prodotto la documentazione fotografica e analitica. Da qui, il lavoro di identificazione e notifica del comando della polizia municipale sulla base dei rilievi della strumentazione tecnica.

L’infrazione, commessa su un’arteria in cui non vi è l’obbligo della contestazione immediata, comporta per l’automobilista una sanzione minima di 42 euro. Sanzione che va pagata con altrettanta celerità “elvetica”, altrimenti l’importo sarà ben più consistente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. CLAUDIO

    13 Aprile 2022 at 16:12

    IN SVIZZERA SE ECCEDI DI 1KM/H NON C’è SOLTANTO LA MULTA “SALATISSIMA” MA ANCHE IL SEQUESTRO DELLA PATENTE, MA OVVIAMENTE OGNI CANTONE HA LA SUA LEGGE! IO MI RIFERISCO AL CANTONE FRANCESE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Olio esausto all’ingresso dei seggi elettorali del plesso “Don Bosco”

Gesto vandalico o di protesta? Presidenti e scrutatori hanno dovuto attendere la pulizia del luogo

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Olio esausto sparso sulla porta e i gradini d’ingresso di uno degli edifici del plesso elementare “Don Bosco” del quartiere Cicalisi, a Biancavilla. La sostanza e la bottiglia in plastica che la conteneva sono state trovate nel padiglione B che ospitano le sezioni 16 e 17.

I presidenti e scrutatori, impegnati nelle operazioni per queste elezioni europee, avrebbero dovuto procedere con i consueti preparativi per la costituzione dei seggi. Ma non è stato possibile accedere ai locali. I funzionari del Comune hanno dovuto chiamare una ditta specializzata perché pulisse l’area.

Il fatto sarebbe accaduto con ogni probabilità questa notte. Sul gesto intenzionale non ci sono dubbi. Si tratta di capire il valore: azione vandalica o gesto politico di protesta? Certo è che chi l’ha compito ha scavalcato la recinzione del plesso scolastico (appartenente al Primo circolo didattico) per poi gettare la sostanza oleosa e lasciando a terra la bottiglia. Sul posto, è intervenuta una pattuglia della polizia locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti