Connettiti con

Politica

Équipe medica nei quartieri per le vaccinazioni: al via dalla “Grassura”

Personale dell’Asp al lavoro al plesso “Verga”, altre zone cittadine interessate nei prossimi giorni

Pubblicato

il

Personale medico dell’Asp di Catania già al lavoro a Biancavilla per le cosiddette “vaccinazioni di prossimità”. Dosi Pfizer sono stati somministrati alla popolazione dai 12 anni in su di età. Un modo per venire incontro ai cittadini, che ancora non si erano sottoposti al vaccino. E lo si sta facendo con postazioni di quartiere.

A Biancavilla si è cominciato dalla zona “Grassura” presso i locali del plesso elementare “Giovanni Verga” del Primo circolo didattico. Presenti tre medici e un informatico.

Accolte le prenotazioni effettuate tramite il numero di telefono del Comune – 095 7600444 (dal lunedì a venerdì, dalla ore 9.00 alle 13.00) oppure tramite mail vaccinocovid@comune.biancavilla.ct.it

Le prenotazioni sono aperte anche nei prossimi giorni. «Il nostro obiettivo –evidenzia il sindaco Antonio Bonanno– è quello di allargare la base dei vaccinati coinvolgendo i quartieri della città. Nei prossimi giorni la “vaccinazione di prossimità” toccherà altre zone di Biancavilla».

«In coerenza con le disposizioni del Governo Regionale e grazie alla sinergia con i primi cittadini, compiamo un ulteriore passo in avanti nella campagna di immunizzazione contro il Covid 19», afferma il direttore generale dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza.

«Prima ci vacciniamo, prima torniamo alla normalità. Nelle sere d’estate, passeggiando con la famiglia o gli amici, in un momento di relax o di svago, i cittadini – prosegue- avranno l’opportunità di ricevere il vaccino e di proteggersi dal virus. Il modo migliore per iniziare le vacanze».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Intesa al Comune per sistemare un centinaio di case popolari a Biancavilla

Incontro tra l’amministrazione Bonanno ed il vertice dell’Iacp per la modernizzazione degli alloggi

Pubblicato

il

Piena disponibilità alla riqualificazione e modernizzazione degli alloggi Iacp nel territorio di Biancavilla. Faccia a faccia tra il presidente dell’Istituto autonomo case popolari di Catania, Angelo Sicali, ed il sindaco Antonio Bonanno e l’assessore Marco Cantarella, promotore dell’incontro.

L’intento è mettere a punto una collaborazione finalizzata alla riqualificazione di un centinaio di alloggi Iacp che si trovano a Biancavilla.

La vetustà delle strutture abitative e la necessità di un intervento: tematiche affrontate già – nel marzo scorso – al centro di un incontro durante un sopralluogo dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone.

Sicali era accompagnato dall’ing. Valeria Vadalà. All’incontro hanno partecipato anche l’ing. Placido Mancari e il vice segretario comunale Davide Marino.

«Esprimo la mia soddisfazione – ha commentato Sicali – per avere gettato le basi di una proficua collaborazione con l’amministrazione. L’obiettivo è dare risposte concrete a tutti i cittadini del territorio». 

«Grazie alla disponibilità del presidente Sicali – sottolinea il sindaco Bonanno – possiamo pensare ad una programmazione di interventi a favore delle case popolari abitate dai nostri cittadini».

«Ringrazio il presidente Sicali per aver accolto il mio invito ad incontrare l’amministrazione comunale e per aver già avviato una serie di attività istruttorie propedeutiche ad un’azione di riqualificazione degli alloggi popolari mai vista prima», ha commentato l’assessore Cantarella, che ha la delega ai rapporti con l’Iacp. «Dare dignità abitativa a centinaia di biancavillesi che abitano in tali complessi – ha concluso l’assessore – è un obiettivo perseguito da tempo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili