Connettiti con

News

A Biancavilla il 60% già vaccinato, sugli over 70 è record provinciale

La nostra città spicca in Sicilia per sensibilità della popolazione, il sindaco: «Frutto di un lavoro di squadra»

Pubblicato

il

Nel lanciare la campagna di vaccinazione di prossimità, la Regione Siciliana ha reso noti i dati che riguardano l’immunizzazione nelle nove province siciliane. I dati relativi alla città di Biancavilla sono tra i più significativi della provincia di Catania. Il target dei soggetti vaccinabili, esclusi i bambini sotto i 12 anni, è di 19.994 soggetti. Di questi, ben 11.577 risultano già vaccinati, cioè il 57,90% della popolazione.

Nella fascia di età dai 70 anni in poi, Biancavilla raggiunge l’86,6 %: è il primo comune di tutta la provincia etnea tra quelli con popolazione superiore a 20mila abitanti.

«Questi dati lusinghieri –è il commento del sindaco Antonio Bonanno– dimostrano nei fatti il grande lavoro svolto in questi mesi nel Punto vaccinale del Com, fortemente voluto dalla mia amministrazione».

«Un lavoro di squadra -sottolinea il primo cittadino- che ha visto in prima fila i medici di famiglia, i volontari della Croce Rossa e Protezione Civile sotto il coordinamento di Francesco Privitera. La campagna vaccinale si è avvalsa anche dell’infaticabile opera portata a termine dall’ospedale di Biancavilla e dal Pta di Adrano».

Nella fascia che riguarda i maggiorenni, la percentuale si attesta attorno al 50%.

«Non ci basta, è necessario –prosegue Bonanno– che tutti i giovani del nostro territorio si sottopongano presto alla vaccinazione. Siamo al lavoro assieme alle autorità sanitarie perché anche questo obiettivo che riguarda la salute di tutti venga raggiunto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Lesioni cutanee, a Biancavilla incontro formativo sulla medicina rigenerativa

Casi cronici destinati ad aumentare: evento rivolto agli operatori sanitari organizzato dalla Fials

Pubblicato

il

Biancavilla protagonista della sanità provinciale. A Villa delle Favare il primo evento formativo sulla medicina rigenerativa e le nuove ricerche per la cura delle lesioni cutanee.

Un evento promosso dalla Fials Catania guidata dal segretario provinciale, Agata Consoli, e organizzato dal gruppo dirigente di Biancavilla, Nicolò Nicolò, Vincenzo Lanza, Giusi Cusmano, con il supporto locale, tecnico e organizzativo di Vincenzo Amato. Tutti lavoratori che operano quotidianamente presso l’ospedale di Biancavilla. 

«Abbiamo voluto questo evento – spiegano gli organizzatori – perchè è richiesto a gran voce sia dagli operatori sanitari sia dai professionisti che si occupano della formazione, per mettere in luce la buona sanità che esiste ed è presente anche a Biancavilla e in tutto il territorio del distretto, che comprende Bronte, Adrano e Paternò. L’interesse della Fials è di porre al centro dell’assistenza il paziente, che necessita di cure adeguate e di professionisti costantemente aggiornati sulle linee guida internazionali. Ciò si può ottenere unendo le forze, l’impegno e il dialogo».

In Italia due milioni di persone sono affette da lesioni croniche cutanee e il numero è destinato ad aumentare con la crescita della popolazione ultraottantenne. L’obiettivo del corso è formare gli operatori sanitari e prepararli alle nuove sfide del settore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti