Connettiti con

Politica

Allestita un’area fitness nel cuore verde della villa comunale di Biancavilla

Lo spazio pubblico, dopo che per anni è stato lasciato nel degrado, è ora fruibile da grandi e bambini

Pubblicato

il

Una palestra all’aperto nel cuore verde della villa comunale. Il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno, e gli assessori della sua giunta hanno inaugurato l’Area Fitness all’interno del giardino cittadino. Si tratta di un intervento complessivo di restyling che riguarda tutta la villa.

L’area, a lungo degradata, è stata risistemata con nuovo verde, le pareti esterne delle aiuole sono state intonacate, ripresi i muretti in pietra ammalorati. Su tutta l’area è stata posata ghiaia bianca con decorazioni floreali, messe nuove attrezzature d’arredo, come panchine e cestini, e posizionate alcune “dog toilet” – fornite di sacchetti – in diversi punti.

A coordinare i lavori di riqualificazione è stato l’assessore Vincenzo Amato. L’Area Fitness – contraddistinta dal colore verde e annunciata dalla scritta “Città di Biancavilla” – è stata realizzata su proposta del consigliere Mauro Mursia: ospita attrezzi professionali e assai resistenti con i quali fare allenamento. Ne possono usufruire grandi e piccini. 

«È un invito – spiega l’assessore Amato – a vivere la villa anche nel segno dello sport e dell’attività fisica. L’Area Fitness sarà videosorvegliata. Abbiamo piazzato delle telecamere per monitorare la situazione ed evitare spiacevoli incursioni».

In uno degli ingressi della villa è stata installata la scritta “I love Biancavilla”, a testimonianza della cura e del rispetto che ciascun cittadino deve riservare alla città. 

«Padre Ambrogio Monforte, nella sua benedizione all’evento inaugurale – commenta il sindaco Bonanno – ha esaltato la gioia di stare insieme. Mi auguro, quindi, che ogni cittadino voglia riscoprire e ritrovare la Villa comunale».

«Mi ha reso felice – aggiunge il primo cittadino – la presenza degli aderenti all’Accademia universitaria biancavillese, con in testa la sua presidentessa Rosa Lanza, che già animano Villa delle Favare e frequentano la villa comunale. Ringrazio il presidente del Consiglio, Marco Cantarella, e tutta la mia giunta che sostengono questo sforzo comune. Per indole sono ottimista: tutto ciò che è curato induce gli altri alla massima attenzione, il degrado – invece – porta degrado. Non smetteremo di prenderci cura della villa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Carmelo Salamone, nuovo direttore amministrativo al Comune di Biancavilla

È vincitore di concorso, formalizzata la sua assunzione: lavorerà allo Sportello per le Attività produttive

Pubblicato

il

Firma del contratto, lunedì si comincia. Il dott. Carmelo Salamone, 36 anni, è il nuovo istruttore direttivo amministrativo del Comune di Biancavilla. Salamone, biancavillese, laureato in Giurisprudenza, è il vincitore del concorso il cui iter si è concluso il 18 marzo scorso. Andrà a rafforzare la squadra di lavoro amministrativa. Lavorerà allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), il soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che hanno ad oggetto l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi.

Il nuovo assunto darà manforte allo SUAP del Comune di Biancavilla al centro di una profonda trasformazione. Sta per partire, infatti, lo SUAP ONLINE, piattaforma digitalizzata per l’accoglimento di istanze, domande, richieste, SCIA, comunicazioni e ogni altra procedura autorizzatoria o comunicativa.

«Al dott. Salamone – afferma il sindaco Antonio Bonanno – ho augurato buon lavoro. Sono certo che darà un contributo di qualità ed efficienza alla macchina amministrativa. La sua assunzione è stata resa possibile dall’apertura dei concorsi che ha permesso al nostro Comune di aprire a nuove forze in sostituzione dei professionisti andati in pensione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti