Connect with us

Pubblicato

il

È stato sorpreso dalla telecamera piazzata dai vigili urbani in piazza Cavour. Una delle tante disseminate sul territorio cittadino e fatte installare su indicazione dell’amministrazione comunale col preciso scopo di evitare che si formino microdiscariche abusive.

La telecamera di sorveglianza ha filmato due persone: in particolare, la seconda che si vede nel video ha svuotato un intero sacco di inerti.

Un gesto incivile e irresponsabile. Un gesto irrispettoso nei confronti di chi conduce con senso del dovere la raccolta differenziata rispettando calendari e giorni.

«Tutta la comunità biancavillese sta compiendo sforzi enormi: lo dimostra –viene sottolineato in una nota stampa– la percentuale della differenziata che è vicina al 70%. Ma i comportamenti incivili dei pochi rischiano di vanificare i sacrifici dei tanti». 

Per la cronaca, gli agenti del Corpo di Polizia municipale hanno individuato il responsabile al quale è stato notificato il relativo verbale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Accolte le richieste dei cittadini: illuminata la “grotta di Sberno”

Ridato decoro al luogo che custodisce le statue della Madonna di Lourdes e di Bernadette

Pubblicato

il

La “Grotta di Sberno” è stata restituita al proprio decoro. È stata ripulita, abbellita ed illuminata, rendendola, così, gradevole anche sotto il punto di vista estetico. Una iniziativa dell’amministrazione Bonanno, dopo avere ascoltato le istanze dei residenti del quartiere.

«Sin da quando ci siamo insediati – spiega l’assessore Vincenzo Amato – tanti cittadini e abitanti ci hanno chiesto di intervenire per sistemare la Grotta: sia a livello di pulizia che di illuminazione».

Continua l’assessore: «Ci siamo messi al lavoro risolvendo alcuni passaggi burocratici che abbiamo affrontato assieme all’ufficio tecnico».

«Il risultato ottenuto –conclude Amato– è certamente gratificante: può apparire come una piccola cosa ma ci aiuta a migliorare ed a sensibilizzarci verso una migliore vivibilità della città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere...

Politica

Zero contagi ma l’emergenza resta, Bonanno: «Prudenza a Ferragosto»

Appello del sindaco: «Non siamo in lockdown, però non bisogna sottovalutare questo momento»

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

«Anche se pare che se ne parli sempre meno, l’emergenza Covid 19 non è terminata. Tutt’altro. Non dobbiamo creare alcun allarmismo, ma non possiamo nemmeno pensare di abbassare la guardia. No: non possiamo permettercelo».

Il sindaco di Biancavilla torna a parlare dell’emergenza coronavirus. In paese non risultano, al momento, nuovi casi di contagio. Antonio Bonanno, tuttavia, guarda oltre i confini cittadini e rivolge un ennesimo appello ala responsabilità ai suoi cittadini.

«I contagi sono, purtroppo, in aumento ma, per fortuna, non aumentano gli ospedalizzati. Credo che il sottovalutare questo momento, solo perché non siamo più in regime di lockdown, rischi di essere il nostro più grande autogol. Non ho mai interrotto –specifica– il mio colloquio con i vertici dell’Asp di Catania e, in queste ultime giornate, ho avuto conferma che gli ultimi dati sui contagi sono tutt’altro che incoraggianti.

«Cari concittadini, vi invito alla prudenza. Ad utilizzare, innanzitutto, la mascherina nei luoghi al chiuso. Siate responsabili –dice il primo cittadino– E ancora: distanziamento interpersonale e igiene personale. Preferite un ferragosto senza “eccessi” rispetto ad un ferragosto che possa essere deleterio. Siamo ancora in emergenza e dobbiamo vivere la nostra quotidianità con le precauzioni. Ne va di noi stessi e del nostro vivere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere...
Advertisement

Nero su Bianco Edizioni

UNA VITA ANCORA PIU' BELLA Memorie di un sopravvissuto. Lettere e riflessioni inedite di Gerardo Sangiorgio, il biancavillese deportato nei lager nazisti per avere detto "no" alla Repubblica di Salò. La sua è la vicenda di un "Internato Militare Italiano" raccontata nel nuovo libro di "Nero su Bianco", curato da Salvatore Borzì con prefazione di Francesco Benigno e contributi di Liliana Segre, Massimo Cacciari, Luciano Canfora ed altri esponenti della cultura italiana.

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili