Connettiti con

Politica

Italgas, verso l’avvio dei lavori per gli allacci domestici alla rete del metano

Il sindaco: «C’è l’emergenza “Coronavirus” ma dobbiamo realizzare interventi programmati prima»

Pubblicato

il

«Abbiamo un’emergenza sanitaria e sociale da affrontare ma sappiamo che non possiamo arrestare del tutto lo sviluppo della città. In tal senso, stiamo già tentando di prevedere una sorta di “Fase 2” che ci consenta di rimettere in moto alcuni interventi che avevamo già programmato prima dell’emergenza».

Lo scrive il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno, in una nota alla stampa.

«Uno di questi riguarda i lavori concordati con Italgas», dice il primo cittadino. Come è noto, a causa di intoppi burocratici e lungaggini legati ai rigidi protocolli da rispettare in materia di lavori pubblici a Biancavilla (in particolare scavi nel sottosuolo) in relazione alla potenziale presenza di fluoroedenite, gli allacci alla rete del metano di diverse decine di abitazioni restano non eseguiti.

«Ebbene, a meno di imprevisti legati al periodo che stiamo vivendo –annuncia Bonanno– già da lunedì prossimo cominceranno i monitoraggi mentre il 4 maggio si avvieranno i lavori per predisporre l’allaccio alla rete nei punti che erano stati indicati».

«Abbiamo effettuato –conclude il sindaco– un resoconto generale con l’Ufficio tecnico che porterà ad altre iniziative delle quali vi renderò conto nei prossimi giorni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

“Ultimo atto”, plauso di Fratelli d’Italia ai carabinieri per il blitz antimafia

Intervento del coordinamento provinciale e cittadino dopo l’operazione contro il clan Mancari

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Il Coordinamento provinciale catanese di Fratelli d’Italia, Dipartimento Legalità e Sicurezza, plaude all’operazione “Ultimo atto”, che ha falciato il clan di Biancavilla. E si compiace con i militari dell’Arma, attraverso una nota stampa.

«L’Arma dei Carabinieri del Comando Provinciale di Catania, con le sue compagnie poste a capillare presidio di tutto il territorio, si riconferma – si legge – un insostituibile volano di legalità. Volano che, sempre più, fornisce risposte concrete e incisive alla richiesta di sicurezza che perviene dalla collettività».

«L’effettuazione su larga scala delle attività di ricerca dei catturandi ed esecuzione delle misure restrittive a loro carico, sono state espletate mediante il supporto della Compagnia di Intervento Operativo del XII Reggimento “Sicilia”, dello Squadrone Eliportato “Cacciatori Sicilia”, nonché dei Nuclei Elicotteri e Cinofili», sottolinea il partito di Giorgia Meloni.

×Quei reparti di cui – prosegue la nota – a motivo dell’elevata professionalità che li caratterizza, Fratelli d’Italia ha in diverse circostanze auspicato l’impiego sul territorio. Impiego che si spera possa essere esteso nel più breve tempo possibile, a seguito della richiesta dei competenti organi, anche alle attività preventive, per come è già accaduto a Caivano».

A poche ore dal blitz erano intervenuti già il coordinamento cittadino e il gruppo consiliare di Fdl. «Sentiamo il dovere di esprimere le più sentite congratulazioni alle forze dell’ordine che ancora una volta hanno dato dimostrazione di efficienza e competenza nell’ambito dell’operazione antimafia portata a termine nel nostro territorio”. Queste le parole di Angelo D’Urso e del consigliere Dino Caporlingua. Dal canto suo, il sindaco Antonio Bonanno, congratulandosi con i carabinieri, ha annunciato che il Comune si costituira parte civile nel processo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, "Biancavilla Oggi" non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili.