Connettiti con

Cronaca

Furti d’auto e pure una tentata rapina ai danni di “M&L” a Biancavilla: un arresto

Ordinanza eseguita dal Commissariato di polizia di Adrano nei confronti di un giovane, ora rinchiuso a “Piazza Lanza”

Pubblicato

il

Personale del Commissariato di Adrano ha tratto in arresto Luigi Bivona, classe 1997, residente ad Adrano, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Catania, il quale ha ritenuto sussistessero i gravi indizi di colpevolezza in ordine al reato di furto pluriaggravato commesso da Bivona nel mese di settembre 2018.

Quest’ultimo, in particolare, assieme ad un complice, si era illecitamente impossessato di una Fiat Uno, regolarmente parcheggiata lungo una strada di Belpasso.

Bivona, nell’ambito dello stesso procedimento che ha condotto al suo arresto, è anche indagato per il furto di una Renault Clio, per la tentata rapina perpetrata ai danni del Centro commerciale M&L di Biancavilla.

L’uomo deve pure rispondere dei reati di detenzione e porto illegale di arma da guerra.

Dopo le formalità di rito, Bivona è stato rinchiuso nel carcere catanese di piazza Lanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Omicidio a Biancavilla: la vittima è Antonio Andolfi di appena 20 anni

C’è un fermo da parte dei carabinieri, il movente sarebbe legato a “questioni di pascolo”

Pubblicato

il

Un giovane di Biancavilla, Antonio Andolfi, di appena 20 anni, compiuti lo scorso 15 luglio, è morto a seguito di ferite da arma da fuoco.

Già fermato il presunto omicida: si tratta di un pastore. Il movente, secondo fonti investigative, sarebbe legato a «questioni di pascolo». La pista seguita dai militari quindi è quella della sfera personale, escludendo collegamenti con la criminalità organizzata.

Conoscenti avrebbero trasportato la vittima al pronto soccorso dell’ospedale “Maria Santissima Addolorata”, ma non c’è stato nulla da fare. Il giovane era già morto durante il tragitto.

Sul fatto, indagano i carabinieri della compagnia di Paternò e della stazione di Biancavilla. I militari hanno già ricostruito le fasi di quanto accaduto. Per il presunto omicida si attende la convalida del fermo da parte del Gip.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti