Connettiti con

Politica

Bonanno va alla Corte dei conti per i disastri degli anni passati

Pubblicato

il

Trasferta palermitana per il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno, recatosi presso la sede regionale della Corte dei Conti. Un’audizione nel corso della quale il primo cittadino ha illustrato tutti gli interventi messi in campo dall’amministrazione comunale per far fronte alle criticità avanzate dai magistrati contabili.

«La Corte dei Conti – spiega il sindaco – ha richiamato l’attenzione sui Bilanci degli anni passati. Non posso nascondere che la situazione che ci troviamo ad affrontare è davvero delicata: ci siamo ritrovati a far fronte ad una situazione economico-finanziaria sulla quale non ci possiamo cullare. Lo spettro del dissesto finanziario non è del tutto scacciato e stiamo lavorando quotidianamente per rimettere i conti in ordine. Si tratta di un’impresa tutt’altro che semplice».

«Dalla Corte dei Conti c’è attenzione per il lavoro che stiamo conducendo ed io stesso – conclude Bonanno – ho presentato una memoria dettagliata nella quale spiego come ed in che modo stiamo intervenendo ma la strada verso il risanamento è ancora lunga ed impervia: non resta, adesso, che attendere le ulteriori decisioni dei giudici contabili».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Biancavilla in balìa dell’Acoset: acqua ridotta, disservizi in vari quartieri

L’azienda riduce di 6 litri al secondo la consueta erogazione, il sindaco Bonanno si rivolge al prefetto

Pubblicato

il

L’Acoset ha ridotto l’erogazione idrica a Biancavilla. Ciò sta creando disagi agli utenti che risiedono in particolare nel centro storico (non serviti dai pozzi comunali).

Il primo cittadino ha informato della situazione la Prefettura di Catania. «Pur comprendendo le difficoltà della società idrica, il sindaco Bonanno – informa una nota del Comune – ha chiesto all’Acoset di ripristinare il più presto possibile l’erogazione idrica nelle quantità necessarie al fabbisogno dei cittadini».

Secondo il Piano Regolatore delle Acque, l’Acoset è tenuta a fornire al Comune di Biancavilla (pur non facendo parte della società) 23 litri al secondo di acqua. Di solito, tuttavia, l’erogazione è stata garantita per 27-28 l/s, un quantitativo che (unito a quello dei pozzi del Comune) riesce a coprire il fabbisogno. Adesso, però, per carenza idrica ed esigenze aziendali, a Biancavilla vengono forniti 21 litri al secondo. Un quantitativo insufficiente, che è causa dei disservizi presenti in diversi quartieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti