22082019GOODNEWS:

L’Icona e quel gesto dei carabinieri, riconoscimento a Roberto Rapisarda

Uno speciale riconoscimento al luogotenente Roberto Rapisarda –che per quattro anni è stato a capo della stazione dei Carabinieri di Biancavilla e che ora guida il Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Randazzo– da parte della chiesa madre di Biancavilla e dell’associazione Santa Maria Elemosina.

Un omaggio al militare per essersi distinto nella «attenzione ai bisogni della comunità e, in particolare, il 4 ottobre 2018, ha fatto uno speciale intervento per riportare l’Icona della Madonna dell’Elemosina al riparo dalla pioggia, nel corso della processione».

L’Icona era uscita dalla basilica con la novità di un giro “allargato” fino al convento dei Frati minori. Da via Vittorio Emanuele, aveva infatti proseguito per via Giulio Verne fino alla comunità francescana. Ma qui la pioggia si era fatta battente e il quadro era stato messo al riparo nella chiesa del convento. Proseguita la processione, una volta arrivata in piazza Sgriccio, l’intensificarsi del maltempo, aveva determinato la decisione del rientro anticipato. Per evitare che la pioggia potesse causare danni al dipinto, c’era stato l’intervento di una pattuglia dei carabinieri. I militari avevano caricato in una propria auto fino a portarlo in basilica (come documentato dal video che pubblichiamo qui sotto).

Un gesto particolarmente apprezzato dalla comunità ecclesiale, che adesso conferirà un formale riconoscimento. L’occasione, nell’ambito dei festeggiamenti per la Madonna, sarà sabato 24 agosto, in coincidenza della 17esima giornata dell’associazione “Santa Maria Elemosina”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO