Connettiti con

Politica

A Biancavilla nasce la Lega, Tomasello nominato coordinatore

Pubblicato

il

Nasce a Biancavilla il circolo della Lega. Ne è coordinatore Nicola Tomasello, già consigliere comunale, tra i più votati e negli anni 2018-2013 presidente dell’assemblea cittadina. Il suo allontanamento del Pd risale praticamente dalla conclusione della sua attività istituzionale. Adesso l’approdo tra le fila “salviniane”, assieme a diverse biancavillesi.

La nomina a coordinatore comunale è stata firmata da Fabio Cantarella, responsabile enti locali della Lega in Sicilia, nonché assessore al Comune di Catania.

«Congratulazioni al responsabile cittadino Nicola Tomasello e a tutto il direttivo e ai militanti del circolo della Lega di Biancavilla –sottolinea Fabio Cantarella– per l’ottimo risultato raggiunto in occasione delle ultime elezioni europee, nonostante il percorso fosse stato avviato solo da qualche settimana».

«Nicola Tomasello è stato capace –evidenzia ancora l’esponente leghista– di creare un gruppo giovane e sano con tanti biancavillesi che hanno sposato il progetto di Matteo Salvini non per interessi poltronistici ma perché ne condividono da tempo le idee e gli obiettivi. Siamo orgogliosi del lavoro svolto in pochissimi giorni e del risultato raggiunto a Biancavilla che riteniamo un comune strategico all’interno della provincia etnea, realtà nella quale siamo convinti che la Lega ben presto potrà diventare prima forza politica e rappresentare al meglio le istanze dei cittadini che lavorano e/o vivono a Biancavilla».

Dal suo canto, Nicola Tomasello rivendica la sua provenienza, nonché i valori che hanno contraddistinto il suo percorso politico.

«La mia scelta –dice– è stata dettata dalla necessità di dare una svolta alla politica biancavillese, seguendo una nuova corrente, con a seguito giovani che hanno voglia di fare politica, a rappresentare le istanze dei cittadini che lavorano onestamente senza giri di parole, fatta di progetti, ambizioni e voglia di fare. Sono soddisfatto della risposta che ha avuto la comunità in questa campagna elettorale, con un gruppo fantastico che mi ha seguito. I miei principi e valori rimangono quelli di sempre».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
2 Commenti

2 Commenti

  1. Enzo

    31 Maggio 2019 at 18:49

    Sarei felice di iscrivermi anche se vivo in Germania e sono di Adrano

  2. Beppe

    31 Maggio 2019 at 12:31

    Dal PD alla Lega ….
    Ma complimenti!!!!!
    Quando si vive di politica è cosi, si cavalca il cavallo vincente.
    E ancora si crede alla politica?
    Io non ci credo più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Addio alla plastica, in tre scuole di Biancavilla erogatori d’acqua ecologici

Agli alunni consegnati pure borracce per eliminare quintali di bottiglie altamente inquinanti

Pubblicato

il

Nell’ambito del progetto denominato “L’acqua che fa a scuola”, finalizzato a ridurre il consumo di bottiglie di plastica, in tre scuole di Biancavilla sono stati inaugurati oggi altrettanti distributori di acqua. L’iniziativa è della società S.T.E.I. – Soluzioni e Tecnologie per l’Ecocompatibilità ed Inclusione – in collaborazione con l’amministrazione comunale.

I tre erogatori sono stati installati nell’Istituto comprensivo “Antonio Bruno”, nel plesso “San Giovanni Bosco” e nella scuola “Giovanni Verga”. Ai ragazzi è stata consegnata una borraccia che, d’ora in poi, prenderà il posto delle inquinanti bottigliette di plastica.

All’inaugurazione hanno partecipato il sindaco Antonio Bonanno, l’assessore alla Pubblica Istruzione, Luigi D’Asero, il presidente del Consiglio Comunale, Martina Salvà, il presidente della S.T.E.I., Pier Casolari, e il responsabile del progetto S.T.E.I., Giuseppe Lazzaro.

Erogatori e borracce sono stati finanziati grazie al contributo di aziende locali che hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa nel segno dell’ecologia. I rappresentanti delle aziende sponsor, presenti all’inaugurazione, hanno ricevuto i ringraziamenti dai promotori dell’iniziativa.

«Una classe – osserva l’assessore D’Asero – può consumare in un anno circa 700 kg di plastica soltanto per dissetarsi e ricorrere alle classiche bottigliette. Educare i giovani studenti ad un utilizzo ecosostenibile delle nostre risorse è il primo passo verso un approccio ecologico della nostra vita, a partire dalle cose più semplici come bere un po’ d’acqua».  

«L’acqua a portata di mano – spiega il sindaco Bonanno – è una soluzione non solo sul piano economico ma, soprattutto, su quello ambientale. In un anno ogni bambino consuma centinaia di bottiglie in Pet. Con la propria borraccia riutilizzabile e grazie al distributore di acqua microfiltrata si riduce sensibilmente il consumo di plastica. E bere torna ad essere un gesto naturale non più inquinante».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili