Connettiti con

Politica

Oltre l’80% non ha (ancora) votato, seggi semideserti fino alle ore 19

Pubblicato

il

Più di 8 elettori su 10 ha disertato i seggi, a Biancavilla, secondo i rilevamenti delle ore 19. Un’affluenza bassa: il 18,81% degli aventi diritto chiamati per la consultazione delle Europee. Hanno espresso il loro voto, fino alle ore 19, soltanto in 3606. Sono stati più gli uomini a recersi ai seggi (21,81%) rispetto alle donne (16,07%).

Gli elettori di Biancavilla iscritti alle liste elettorali sono 19.169, di cui 10.011 maschi e 9.158 donne.

Come è noto, i plessi scolastici “Luigi Sturzo” e “Guglielmo Marconi” restano inagibili a seguito della forte scossa di terremoto del 6 ottobre. Così, le sette sezioni elettorali che venivano ospitate in questi due edifici si trovano altrove.

In particolare –lo rende noto il Comune di Biancavilla– i cittadini iscritti nelle sezioni n. 10/11/12/13 della scuola media “Sturzo” dovranno recarsi al plesso “Giovanni Verga” di via Liguria. I cittadini iscritti nelle sezioni n. 18/19/20 aventi sede presso la scuola elementare “Marconi” voteranno al plesso, sempre del Primo circolo didattico, “San Giovanni Bosco”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

«Giù le mani dall’unità operativa di Ortopedia dell’ospedale di Biancavilla»

Il reparto, che vanta una storia gloriosa, accorpato con Paternò: levata di scudi contro la decisione dell’Asp

Pubblicato

il

«Siamo venuti a conoscenza che la direzione generale dell’Asp 3 di Catania ha accorpato l’Unità Operativa di Ortopedia e Traumatologia del presidio ospedaliero di Biancavilla a quella di Paternò del presidio ospedaliero di Paternò. Per questo esprimiamo un forte rammarico per tale decisione e accorpamento».

Decisa presa di posizione a Biancavilla del gruppo politico “Volare insieme per Biancavilla” con il consigliere comunale Giuseppe Stissi e l’assessore Gianluigi D’Asero. Una levata di scudi a difesa dell’ospedale “Maria Santissima Addolorata” e per un reparto, quello di Ortopedia, storicamente un fiore all’occhiello della nostra struttura sanitaria.

«Chiediamo alla direzione generale dell’Asp 3 –affermano Stissi e D’Asero– di venir meno a tale decisione presa». I due amministratori sottolineano che l’ospedale di Biancavilla «vanta una notevole affluenza di cittadini nell’intero Distretto Sanitario Aziendale e dei Comuni limitrofi».

«Così facendo –viene ancora specificato– tale Direzione Aziendale ha deciso di tagliare le radici del nostro ospedale alla gloriosa storia dell’Ortopedia e Traumatologia di Biancavilla».

Una decisione (per ora) congelata

Al momento, tuttavia, la decisione dell’azienda sanitaria risulta congelata. Secondo fonti Asp interrogate dalla nostra redazione «si dovranno fare delle verifiche». Il provvedimento dell’Asp è firmato dal direttore generale Maurizio Lanza e dal direttore A Rapisarda: è il n. 712249 del 25 novembre 2022. In un’annotazione interna dell’azienda, che Biancavilla Oggi ha appurato, si legge: «Sospendere per approfondimenti». La data dell’annotazione riportata a penna è del 29 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili