Connettiti con

Politica

Salvà e Amato sui “doppi turni”: «Sostegno alla Giunta, senza urlare»

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

«In queste settimane abbiamo condiviso e supportato l’azione di mediazione operata dal sindaco e dall’amministrazione comunale a proposito della vicenda dei “doppi turni”. Un’azione quotidiana che è stata improntata sul confronto e sul rispetto dell’autonomia scolastica. Lontana dalle dichiarazioni di facciata e dallo spettro di un protagonismo che sarebbe stato fuori luogo e inopportuno».

Lo puntualizzano, in una nota congiunta, i consiglieri Martina Salvà e Vincenzo Amato, in riferimento alle polemiche sulle diatribe tra Istituto comprensivo “Antonio Bruno” e scuola media “Luigi Sturzo”.

«Una vicenda che, all’esterno, meritava e merita tutt’ora un approccio certamente meno urlato: la priorità –specificano i due esponenti di maggioranza– sono i nostri figli e non le divisioni in fazioni. Perché non esiste una soluzione che possa mettere tutti d’accordo. Esiste l’accettare, tutti assieme, il dover rinunciare a qualcosa. Quello che è accaduto la notte del 6 ottobre deve farci riflettere seriamente ed è da quello che parte l’impegno dell’amministrazione e del consiglio comunale: l’aver ottenuto i finanziamenti per la ristrutturazione delle nostre scuole è stato un fatto determinante per il presente e per il futuro della nostra città».

«L’arrivo dei finanziamenti –sottolineano ancora i due consiglieri– non era affatto scontato in quella che è stata una strada fatta di burocrazia, sopralluoghi, telefonate e notti insonni tutt’altro che semplice da percorrere. La nostra comunità nei momenti difficili ha sempre dimostrato unità e coesione: ed è a questo che facciamo appello».

«Amministrazione e Consiglio –concludono Salvà e Amato– restano a fianco degli alunni, dei dirigenti, degli insegnanti e dei genitori. E, soprattutto, amministrazione e consiglio non si sottrarranno ad alcuna responsabilità. In nome della sicurezza e del buon senso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Incivili della spazzatura “beccati” dalle telecamere: multe “salate” a Biancavilla

In trappola una decina di cittadini che hanno lasciato, in modo illecito, rifiuti nel centro storico

Pubblicato

il

Beccati alcuni sporcaccioni che insozzano di rifiuti il centro storico di Biancavilla a tutte le ore del giorno e della notte. Grazie ad alcune telecamere piazzate in punti invisibili, alcuni di loro sono stati “smascherati”. Le immagini non lasciano margini di dubbio. Sia di notte che di giorno c’è chi “deposita” in maniera illecita i rifiuti sulla pubblica via.

Grazie alle immagini, saranno notificati una decina di verbali. I trasgressori pagheranno una multa 600 euro, secondo quanto prevede la legge. Se si tratta di operatori commerciali – alcuni casi riscontrati rientrano in questa fattispecie – alla reitera del verbale scatta la sospensione dell’attività commerciale. 

«A fronte di un servizio di raccolta differenziata che pone Biancavilla tra i comuni con la percentuale più alta in Sicilia –dice il sindaco Antonio Bonanno– non si può pretendere di piazzare qualsiasi tipo di rifiuto a tutte le ore del giorno. Da tempo – come tutti sanno – c’è un calendario con le indicazioni che riguardano il rifiuto da conferire e gli orari da osservare: dalle 19 alle 5 del mattino».

«I “distratti”, ma anche i furbi e gli incivili –assicura il sindaco– avranno dura la vita. Il comportamento di pochi non può compromettere la bontà dei risultati fin qui raggiunti. Ringrazio l’assessore Vincenzo Mignemi per l’ottimo lavoro che sta coordinando per rendere pulita e vivibile la nostra città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili