Connettiti con

Politica

Fondi alle scuole, Dino Asero (M5s): «Vigileremo sui tempi dei lavori»

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

«Abbiamo preso visione della notifica arrivata al Comune sui fondi che il governo Conte aveva promesso. Non avevamo dubbi sull’arrivo degli 810mila euro e ci complimentiamo con tutti quelli che hanno contribuito alla rapidità di tale risultato, a cominciare dal nostro vicepremier Luigi Di Maio. Sapevamo che la burocrazia avrebbe avuto i suoi tempi e l’avvio dei lavori non poteva essere istantanea. Siamo sorpresi del fatto che qualcuno (anche chi ha ricoperto ruoli di governo) ha avuto da ridire pure su questo».

Lo dichiara il consigliere del Movimento 5 Stelle, Dino Asero, intervenendo ancora una volta sulla questione delle scuole di Biancavilla danneggiate dal terremoto e costrette a traslochi e doppi turni.

«La vicenda dei “doppi turni” –ritiene Asero– poteva essere gestita meglio dal sindaco. Infatti, le proteste e i malumori sono il frutto di una mancata chiarezza iniziale da parte dei dirigenti scolastici e delle istituzioni. I ragazzi, gli insegnanti e i genitori dovevano sapere sin da subito, o dopo qualche settimana, come  si sarebbero svolte le lezioni, come sarebbero stati suddivisi i disagi in questo particolare anno scolastico».

«Anche se i fondi sono già disponibili, si apre la fase di assegnazione dei lavori, che sicuramente non vedrà il rientro immediato alla normalità per studenti e insegnanti. Per questo, la politica –conclude il portavoce M5s di Biancavilla– deve essere d’aiuto a chi in questi mesi ha subito le difficoltà. Da parte del Movimento 5 Stelle un’u non mancherà l’opera di controllo e vigilanza sulle modalità e la tempistica di svolgimento degli interventi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Biancavilla in balìa dell’Acoset: acqua ridotta, disservizi in vari quartieri

L’azienda riduce di 6 litri al secondo la consueta erogazione, il sindaco Bonanno si rivolge al prefetto

Pubblicato

il

L’Acoset ha ridotto l’erogazione idrica a Biancavilla. Ciò sta creando disagi agli utenti che risiedono in particolare nel centro storico (non serviti dai pozzi comunali).

Il primo cittadino ha informato della situazione la Prefettura di Catania. «Pur comprendendo le difficoltà della società idrica, il sindaco Bonanno – informa una nota del Comune – ha chiesto all’Acoset di ripristinare il più presto possibile l’erogazione idrica nelle quantità necessarie al fabbisogno dei cittadini».

Secondo il Piano Regolatore delle Acque, l’Acoset è tenuta a fornire al Comune di Biancavilla (pur non facendo parte della società) 23 litri al secondo di acqua. Di solito, tuttavia, l’erogazione è stata garantita per 27-28 l/s, un quantitativo che (unito a quello dei pozzi del Comune) riesce a coprire il fabbisogno. Adesso, però, per carenza idrica ed esigenze aziendali, a Biancavilla vengono forniti 21 litri al secondo. Un quantitativo insufficiente, che è causa dei disservizi presenti in diversi quartieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti