Connettiti con

L'Intervento

Doppi turni e minacce di sciopero, interviene il sindaco Bonanno

Pubblicato

il

I fatti del terremoto dello scorso 6 ottobre, sono una ferita aperta e ancora sanguinante. Lo sanno bene i figli della nostra città costretti a sopportare inevitabili disagi ed a vedere stravolte le proprie abitudini.
Ma è la loro forza di volontà e la caparbietà dei loro genitori che ci dicono come la nostra Biancavilla sia anzitutto una comunità di donne e uomini che, uniti, intendono ripartire con orgoglio e spirito d’appartenenza dopo mesi di sacrificio e battaglie.

Le vicende dei doppi turni, hanno visto l’amministrazione comunale impegnarsi senza sosta: con determinazione dov’era utile ma anche nel pieno rispetto dell’autonomia degli istituti scolastici. Le dirigenti scolastiche degli istituti “Sturzo” e “Bruno” stanno lavorando con alto senso di responsabilità per riorganizzare orari e alternanza nella turnazione.

Qualunque agitazione o sciopero (seppur legittimi), oggi produrrebbe un danno alla nostra comunità. Sarebbe quantomai inopportuno. Anche alla luce del consiglio d’istituto in programma per dopodomani alla scuola “Antonio Bruno”.

Per noi, non esistono alunni di seria A e di serie B. Per noi, non esiste un istituto piuttosto che un altro: per noi, esiste una sola comunità scolastica che va tutelata e salvaguardata.

In questi mesi abbiamo messo in campo tutte le nostre risorse e tutte le nostre conoscenze. Un impegno incessante e logorante che, alla fine, ci ha premiato con un finanziamento di 810 mila euro per gli interventi nelle scuole colpite dal sisma. 810 mila euro: una cifra importante che conferma che i danni sono stati ingenti e non certo una sciocchezza.

Tutto questo, considerato anche che vi è uno sciame sismico ancora in corso e per il quale non possiamo permetterci di essere in alcun modo superficiali. C’è una responsabilità forte che, come amministrazione, ci sentiamo addosso. La stessa provata da tutta la comunità biancavillese alla quale chiedo di restare unita, scansando facili polemiche e suggestioni.

La porta dell’amministrazione comunale e del sindaco è sempre aperta per proseguire in quel percorso che, con l’avvio dei lavori agli istituti interessati, permetterà ai nostri figli di ricominciare il prossimo anno scolastico nella normalità. E, soprattutto, di proseguire in quella che è LA priorità condivisa da tutti: la sicurezza.

ANTONIO BONANNO
Sindaco di Biancavilla

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

L'Intervento

Il consigliere Alfio Distefano: «Resta il degrado in piazza Martiri d’Ungheria»

Lettera in redazione dell’esponente del Pd con replica dell’assessore al Verde pubblico, Vincenzo Mignemi

Pubblicato

il

Egregio direttore

A distanza di 3 anni le ripropongo le foto del degrado di piazza Martiri d’Ungheria. Le ricordo che già 3 anni fa, il sindaco, contattato dalla sua redazione, ci dava una risposta, accusando me di essere un ipocrita, solo perché chiedevo decoro ad un quartiere dimenticato.

Ebbene sì, a distanza di 3 lunghi anni nulla è cambiato, le giostrine per i bimbi non hanno subito nessun intervento, le erbacce continuano ad essere sempre presenti. Inoltre, noto e fotografo cumuli di materiale edile che non sono altro che pezzi di muretto della stessa villetta, messi a “stagionare” da 36 mesi, come qualche famoso formaggio. Ancora una volta il tempo ha dato risposte alle menzogne.

Il degrado di Biancavilla, purtroppo, è presente in tutti i quartieri, frutto di una fallimentare gestione Bonanno. Nonostante l’aumento delle tasse e parlo delle ultime (Tari e servizio idrico), la carissima amministrazione non riesce a gestire e a garantire servizi efficienti per i cittadini.

Adesso come al solito attendo la risposta che come nelle favole di sicuro sarà con un lieto fine. Il problema è che di lieti fine, in questi anni, ne ho visti veramente pochi, purtroppo.

ALFIO DISTEFANO, Consigliere Comunale Pd


Il Comune replica: «Accuse sbrigative»

Spiace che il consigliere Distefano punti il dito e accusi sbrigativamente l’amministrazione del degrado di Piazza Martiri d’Ungheria. Quella piazza è curata e pulita, nonostante si presenti in pessimo stato.

Gli incivili, purtroppo, sono sempre in agguato e contro di loro è difficile fare qualcosa. Lo scorso anno, vale la pena ricordare, l’amministrazione ha fatto un intervento in quell’area, ripristinando i muretti. È già in programma un intervento per il ripristino del parco giochi.

VINCENZO MIGNEMI, Assessore al Verde pubblico

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili