Connettiti con

Cronaca

Fuoco nella sede biancavillese dell’azienda del servizio rifiuti

Pubblicato

il

di Vittorio Fiorenza

Grave incendio ha colpito i locali di zona Badalato, adibiti a sede e deposito dei mezzi dell’impresa Caruter, che a Biancavilla è incaricata della gestione e raccolta dei rifiuti. La struttura, oltre ad essere deposito dei veicoli di nettezza urbana, è utilizzata anche da un’altra impresa, che opera nel settore dei traslochi.

La chiamata alla sala operativa del 115 è arrivata alle 20.23. In questo momento diversi mezzi dei vigili del fuoco dei distaccamento di Adrano e di Paternò, oltre ai volontari della sede di Maletto, sono impegnati nell’opera di spegnimento. Rinforzi sono arrivati pure da Catania.

Dalle prime informazioni, diversi mezzi utilizzati per la raccolta dei rifiuti sono stati distrutti. Il fuoco avrebbe fatto crollare anche parte del tetto della struttura, in via del Bottaio.

Sul posto anche i carabinieri della compagnia di Paternò e della locale stazione. A loro toccherà, già nelle prossime ore, dopo i sopralluoghi tecnici che dovranno essere compiuti ad incendio domato, avviare le indagini per dare una matrice a quanto accaduto. I militari stanno già raccogliendo testimonianze e dichiarazioni. Un sistema di videosorveglianza c’è: da verificare se ci siano immagini utili alle indagini.

Da capire, adesso, anche quali effetti avranno i danni subiti dal parco mezzi aziendale sul servizio di raccolta rifiuti.

Il sindaco Bonanno: «Sia fatta chiarezza»

Sul fatto, il sindaco Antonio Bonanno ha rilasciato una breve dichiarazione: «Poche parole per dire che, questa sera, un incendio ha interessato il capannone che in Contrada Badalato funge da autoparco dei mezzi della nettezza urbana. Diversi di questi mezzi sono andati distrutti. Siamo in attesa di comprendere la matrice del rogo. Domani la raccolta differenziata subirà inevitabili rallentamenti. Vi chiedo pazienza».

LEGGI L’ARTICOLO

Il capannone devastato dal fuoco tra crolli e veicoli inceneriti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Olio esausto all’ingresso dei seggi elettorali del plesso “Don Bosco”

Gesto vandalico o di protesta? Presidenti e scrutatori hanno dovuto attendere la pulizia del luogo

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Olio esausto sparso sulla porta e i gradini d’ingresso di uno degli edifici del plesso elementare “Don Bosco” del quartiere Cicalisi, a Biancavilla. La sostanza e la bottiglia in plastica che la conteneva sono state trovate nel padiglione B che ospitano le sezioni 16 e 17.

I presidenti e scrutatori, impegnati nelle operazioni per queste elezioni europee, avrebbero dovuto procedere con i consueti preparativi per la costituzione dei seggi. Ma non è stato possibile accedere ai locali. I funzionari del Comune hanno dovuto chiamare una ditta specializzata perché pulisse l’area.

Il fatto sarebbe accaduto con ogni probabilità questa notte. Sul gesto intenzionale non ci sono dubbi. Si tratta di capire il valore: azione vandalica o gesto politico di protesta? Certo è che chi l’ha compito ha scavalcato la recinzione del plesso scolastico (appartenente al Primo circolo didattico) per poi gettare la sostanza oleosa e lasciando a terra la bottiglia. Sul posto, è intervenuta una pattuglia della polizia locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti