Connettiti con

Politica

Rapporti tra Comune e giornalisti, Bonanno riceve i vertici Assostampa

Pubblicato

il

Incontro al Palazzo municipale di Biancavilla tra il sindaco Antonio Bonanno ed i vertici provinciali di Assostampa (il sindacato unitario dei giornalisti): il segretario Daniele Lo Porto e la vice Monica Adorno. Si è trattato di un confronto ufficiale a poche settimane dall’insediamento del neo primo cittadino.

«È stato un momento cordiale e proficuo – spiega Bonanno – che è servito anche a me per rendermi conto dei rapporti tra istituzioni e stampa: in un momento in cui, le informazioni rischiano di essere trasferite in modo distorto. Ho intenzione di instaurare un serio dialogo di collaborazione, ognuno con le proprie competenze e senza invadere il campo altrui».

Ed il Comune di Biancavilla potrebbe ospitare presto un appuntamento formativo legato ai giornalisti del territorio.

«È stato un incontro nel quale abbiamo verificato l’immediatezza messa in atto dal Comune di Biancavilla a proposito della figura del portavoce chiamato a relazionarsi con la stampa – dice il Segretario, Lo Porto -. Ma abbiamo anche affrontato temi di più ampio respiro. Mi auguro che, in questo senso, il Comune di Biancavilla possa essere preso d’esempio».

Da alcune settimane, il sindaco ha incaricato per questo ruolo il giornalista Anthony Distefano. È la prima volta che il Comune affidi l’incarico di portavoce. Fino ad ora la figura affiancata ai vari primi cittadini è stata quella di addetto stampa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Antonio Bonanno rinuncia all’aumento del proprio “stipendio” di sindaco

Notevole risparmio per il Comune: la scelta ricadrà in automatico pure su tutti gli amministratori

Pubblicato

il

Una legge regionale ha aumentato le indennità di funzione dei sindaci. Un atto che ricade, a cascata, anche sugli altri amministratori (vicesindaci, assessori, presidenti del Consiglio Comunale e consiglieri).

A Biancavilla, però, il primo cittadino ha rinunciato a tale aumento di “stipendio”. Antonio Bonanno lo ha già formalmente comunicato al segretario generale. Gli uffici comunali, quindi, sono tenuti al calcolo delle “spettanze”, così come finora è avvenuto, senza ulteriori carichi per l’ente.

«La mia decisione –spiega Bonanno– è coerente con il mio primo atto da sindaco. Appena insediato, tagliai del 30% le indennità del sindaco e degli amministratori».

Il risparmio economico per il Comune di Biancavilla è in via di definizione da parte degli uffici competenti. Certo è che si tratta di somme non di poco rilievo.

«Gli effetti della rinuncia –sottolinea ancora Bonanno– portano a un notevole risparmio. L’aumento delle indennità dei sindaci ridetermina, infatti, anche il compenso massimo mensile percepibile dagli assessori, dai consiglieri comunali e dal presidente del Consiglio Comunale. Per le regioni a statuto speciale, come la Sicilia, gli aumenti sono a carico degli enti interessati. Graverebbero, cioè, sulle casse del Comune di Biancavilla e questo non possiamo permettercelo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili