Connettiti con

Politica

Glorioso cede la fascia tricolore, inizia l’era del sindaco Bonanno

Pubblicato

il

A Villa delle Favare la proclamazione ufficiale: «Sento forte l’emozione e la responsabilità, da domani al lavoro per Biancavilla». Il sindaco di Catania, Salvo Pogliese: «Felice per Antonio, un amico fraterno».

 

di Vittorio Fiorenza

L’era del sindaco Antonio Bonanno comincia a Villa delle Favare. Nella ex residenza signorile dei marchesi palermitani, ormai da anni di proprietà comunale e utilizzata come centro culturale polivalente, la proclamazione ufficiale e la consegna della fascia tricolore. A pronunciare la formula di rito è stato Massimo Lo Giudice dell’Ufficio centrale elettorale, delegato del Tribunale di Catania. Poi, è toccato al sindaco uscente, Giuseppe Glorioso, passare la fascia tricolore, che Bonanno ha subito indossato, tra gli applausi di una folla di sostenitori.

«Sono molto emozionato, ma consapevole –ha sottolineato Bonanno nel suo breve intervento di saluto– della responsabilità che questa fascia e questo ruolo comporta. Una responsabilità che assumo con la massima determinazione. Voglio essere il sindaco di tutti, presente ogni giorno tra i cittadini. E mi auguro di svolgere il mio mandato con il massimo rigore. Da domani saremo già al lavoro per la nostra Biancavilla».

Tra i presenti, anche l’ex parlamentare regionale biancavillese, Nino D’Asero, ed il nuovo sindaco di Catania, Salvo Pogliese, legato a Bonanno da un lungo percorso politico e di amicizia personale.

Le sue sono state parole di stima: «Antonio è un mio fraterno amico, prima ancora di essere un bravissimo dirigente politico. Ha ricoperto tutte le cariche dell’organizzazione giovanile provinciale e regionale, per le sue eccezionali qualità politiche e amministrative. Sono felicissimo, da sindaco di Catania e della Città metropolitana, di avere un interlocutore come Antonio Bonanno, che svolgerà una funzione fondamentale per la sua città. Con la mia contestuale vittoria, c’è di fatto una sorta di “gemellaggio” tra Catania e Biancavilla, comune che mi ha sempre riservato attestazioni di affetto, grazie a Bonanno, al suo gruppo e alla nostra comunità politica. Servirò tutto il territorio provinciale, ma con un occhio di riguardo per Biancavilla».

Adesso il formale insediamento di Bonanno al palazzo comunale e poi riunione con gli alleati. C’è da allestire la Giunta e bisogna delineare gli assetti del Consiglio Comunale, partendo da un’intesa su un nome per la carica di presidente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Il sindaco Antonio Bonanno rieletto nel Consiglio regionale dell’Anci Sicilia

Scelta presa dall’assemblea congressuale dell’associazione che riunisce tutti i comuni dell’Isola

Pubblicato

il

Il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno, è stato rieletto nel Consiglio regionale di Anci Sicilia. Una scelta della dodicesima dell’associazione che raggruppa i 391 comuni dell’Isola.

“Sono davvero onorato – dice Bonanno – di continuare a rappresentare gli enti locali siciliani e di contribuire grazie all’Anci al miglioramento della qualità di vita dei cittadini e alla crescita dei nostri territori. Ringrazio i miei colleghi sindaci per la fiducia che hanno riposto in me”.

“Da primo cittadino di Biancavilla mi è offerta la possibilità di offrire il mio contributo all’Anci. Nel consiglio regionale – specifica Bonanno- continuerò a lavorare ancora di più per i nostri Comuni avendo cura di informare e coinvolgere tutti i cittadini siciliani”.

Il sindaco di Biancavilla ringrazia “il presidente uscente, Leoluca Orlando, per avere guidato Anci Sicilia con spirito combattivo. Al nuovo presidente Paolo Amenta auguro buon lavoro assicurandogli massima collaborazione”.

RIPRODUZIONE RISERVATA 

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili.