Connettiti con

Politica

Glorioso ha un nuovo assessore: si chiama Maria Cristina Toscano

Pubblicato

il

@ Foto Biancavilla Oggi

Il suo nome è Maria Cristina Toscano ed è il nuovo assessore della Giunta Glorioso. Tre righe, nulla di più. Né una nota biografica né un curriculum, tanto meno una foto.

L’addetto stampa del sindaco Giuseppe Glorioso si è limitato ad un flash per comunicare la nomina del nuovo assessore, in sostituzione di Rosanna Di Paola, dimessasi un mese fa per far quadrare gli equilibri della componente “Barbagallo” del Pd, dopo presidente Giuseppe Pappalardo.

«A far ingresso nella squadra amministrativa è Maria Cristina Toscano, alla sua prima esperienza politica. Il giuramento dell’assessore Toscano si svolgerà domani pomeriggio, alle ore 17.30, in Municipio». È quanto recita la nota stampa, senza null’altro aggiungere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Biancavilla in balìa dell’Acoset: acqua ridotta, disservizi in vari quartieri

L’azienda riduce di 6 litri al secondo la consueta erogazione, il sindaco Bonanno si rivolge al prefetto

Pubblicato

il

L’Acoset ha ridotto l’erogazione idrica a Biancavilla. Ciò sta creando disagi agli utenti che risiedono in particolare nel centro storico (non serviti dai pozzi comunali).

Il primo cittadino ha informato della situazione la Prefettura di Catania. «Pur comprendendo le difficoltà della società idrica, il sindaco Bonanno – informa una nota del Comune – ha chiesto all’Acoset di ripristinare il più presto possibile l’erogazione idrica nelle quantità necessarie al fabbisogno dei cittadini».

Secondo il Piano Regolatore delle Acque, l’Acoset è tenuta a fornire al Comune di Biancavilla (pur non facendo parte della società) 23 litri al secondo di acqua. Di solito, tuttavia, l’erogazione è stata garantita per 27-28 l/s, un quantitativo che (unito a quello dei pozzi del Comune) riesce a coprire il fabbisogno. Adesso, però, per carenza idrica ed esigenze aziendali, a Biancavilla vengono forniti 21 litri al secondo. Un quantitativo insufficiente, che è causa dei disservizi presenti in diversi quartieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti