Connettiti con

Associazionismo

Dalla Protezione civile di Biancavilla pronta un’unità di soccorso per il G7

Pubblicato

il

inaugurata-unita-soccorso-protezione-civile3

L’associazione di volontariato guidata da Carmelo Amato ha realizzato un’unità mobile dotata di strumentazione medica completa A disposizione del territorio, a cominciare dall’evento internazionale di Taormina.

 

di Vittorio Fiorenza

Un’unità mobile di soccorso, al cui interno sono state collocate tutte le attrezzature mediche necessarie in casi di emergenza. Un mezzo già pronto ad essere utilizzato in scenari reali. La sua realizzazione si deve all’associazione di protezione civile di Biancavilla, che già lo ha messo a disposizione per il G7 di Taormina.

La presentazione di questa unità mobile medicalizzata è avvenuta in piazza Roma a Biancavilla con il coinvolgimento dei vertici della protezione civile e del servizio del 118. Dislocati tutta la piazza anche mezzi e attrezzature della stessa associazione, così come dell’associazione di protezione civile di Adrano, delle associazioni di carabinieri e finanzieri di Biancavilla e della Croce Rossa biancavillese.

Una dotazione consistente che fa dei gruppi di volontariato locali, realtà preparate e pronte a presentarsi in eventi di calamità che richiedono un pronto intervento. Ultima dotazione della Pcb è una torre fari, fornita di due gruppi elettrogeni e braccio estendibile fino a 12 metri per assicurare un punto luce in situazioni di emergenza.

inaugurata-unita-soccorso-protezione-civile2

«Con questa iniziativa –dice Carmelo Amato, presidente dell’asssociazione Pcb– abbiamo voluto presentare l’unità mobile di soccorso e metterlo a disposizione non soltanto del nostro territorio provinciale, ma anche del prossimo evento del G7 che, com’è noto, si terrà a Taormina. Sia dalla protezione civile regionale che dai vertici del servizio del 118 sarà attenzionata la nostra disponibilità».

Presenti in piazza Roma per inaugurare l’unità mobile, Giovanni Spampinato, responsabile del Dipartimento regionale di protezione civile, Isabella Bartoli, responsabile del 118 Sicilia, e Costantino Terranova, anestesista del Centro Cuore Morgagni, che è stato indicato responsabile medico del mezzo.

Con loro anche l’assessore all’Associazionismo e alla Protezione civile, Vincenzo Chisari, il presidente del Consiglio Comunale, Vincenzo Cantarella, e il comandante della compagnia dei carabinieri di Paternò, Angelo Accardo, oltre al presidente provinciale della Croce Rossa, Stefano Principato, ed il viceresponsabile provinciale della Misericordia, Armando Paparo.

Altro momento con la presenza dei rappresentanti istituzionali si è svolto al teatro comunale “La Fenice” con la presentazione di un video che ripercorre i 17 anni di attività di volontariato dell’associazione di protezione civile sia in ambito locale, che fuori dalla provincia di Catania ed in emergenze nazionali. Oggi il gruppo guidato da Carmelo Amato conta 37 iscritti, di cui 20 operativi.

inaugurata-unita-soccorso-protezione-civile

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Accademia Universitaria Biancavillese, un anno ricco di attività ed eventi

Concluso l’anno sociale a Villa delle Favare con saggi ed esibizioni: 236 iscritti, di cui 75% donne

Pubblicato

il

A Villa delle Favare, una serie di eventi a conclusione dei corsi dell’Accademia Universitaria Biancavillese che quest’anno ha vantato 236 iscritti, di cui un buon 75% composto da donne, provenienti anche dai paesi vicini.

Inaugurata la mostra collettiva degli allievi del corso di pittura tenuto dalla prof. Mimma Alessandra, docente e pittrice di fama internazionale, la prima serata è proseguita nella sala conferenze. Qui si sono svolti i saggi e le esibizioni come risultato di intense attività culturali, formative, di socializzazione e di sport. Attività tenute durante l’anno accademico a cadenza settimanale.

Il coro polifonico, diretto dal M° Filadelfio Grasso, ha poi incantato i presenti con alcune canzoni del panorama musicale italiano. Toccati temi umani, sociali e intimistici di autori come Morandi, Zero e altri, per lanciare un messaggio di speranza e di ottimismo. A conclusione della performance, l’Inno della Regione Siciliana, Madreterra, diventato emblema dell’Accademia, perché mette in luce la storia, la grandezza, le bellezze e l’umanità della nostra Sicilia.

Altro momento significativo, la lettura degli elaborati che le allieve del corso di scrittura creativa, coordinato dalla Prof. Rosa Lanza, hanno realizzato durante le lezioni. I versi e le prose sono il frutto di rielaborazioni personali, dopo l’approfondimento dei testi, la visione di film, dibattiti su fatti e personaggi storici e di attualità. Molto spazio ai ricordi individuali alla luce di un filo conduttore intitolato “La valigia dei Ricordi”. Ne sono scaturiti racconti di ampio respiro che hanno riportato alla memoria dei tanti presenti, pezzi della loro stessa storia personale e collettiva.

Di rilievo è stata la vendita di beneficenza dei manufatti creati dal laboratorio artistico seguito dall’insegnante Vita Peri.

Altro piacevole pomeriggio dedicato ai balli di gruppo, guidati nelle coreografie dalla istruttrice Alessia Giordano. Balli intercalati dalla lettura dei componimenti dei partecipanti al corso di scrittura creativa condotto dalla prof. Elsa Sangiorgio.

Le manifestazioni, all’insegna della buona musica, del ritmo e della cultura, sono state felicemente concluse dalla presidente Rosa Lanza. Ringraziamenti e saluti all’amministrazione comunale di Biancavilla per la disponibilità sempre mostrata, a tutti i soci e al numeroso pubblico presente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, "Biancavilla Oggi" non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili.