Connettiti con

Cronaca

Infortuni e tamponamenti, rischio “scivolo” sulle strade ghiacciate

Pubblicato

il

La neve si compatta e diventa strato ghiacciato sulle strade. E adesso, il rischio “scivolo” è in agguato. Come mostrano queste immagini, anche a Biancavilla, in diversi punti del paese, si sono registrati rallentamenti e blocchi del traffico veicolare, proprio a causa di auto in panne o tamponamenti.

Polizia municipale, personale della protezione civile ed associazioni di volontariato sono presenti in più punti del territorio.

Due vigili urbani che stavano prestando servizio, in momenti diversi, sono scivolati. Necessario il loro trasporto al pronto soccorso per fratture, uno ad un braccio e l’altro ad un polso.

Interventi sono stati effettuati in via Vittorio Emanuele, da piazza Sant’Orsola a piazza Sgriccio. La rotatoria vicina all’ospedale “Maria Santissima Addolorata” presenta elementi di maggiore pericolosità. Un’ambulanza che da Biancavilla doveva trasportare un infartuato a Catania ha dovuto montare le catene.

disagi-al-traffico-per-strade-ghiacciate

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Tony

    7 Gennaio 2017 at 19:11

    Amministrazione comunale inconcludente. Sulla discesa per entrare in paese numerose auto sono andate incontro a tamponamenti dato che a sentire i vigili del fuoco il comune di biancavilla non disponeva del sale per il manto stradale ghiacciato. Eppure era prevista l’allerta meteo. Commento ZERO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

La cocaina nascosta nel frigorifero: 40enne arrestato dai carabinieri

Trovato pure il “libro mastro” con i nomi dei clienti e la rendicontazione dell’attività di spaccio

Pubblicato

il

I Carabinieri della Stazione di Biancavilla e i colleghi dello “Squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia” hanno arresto un pregiudicato 40enne per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.  

L’uomo – con precedenti per droga – era stato notato in atteggiamento “sospetto” in alcune aree a verde del paese. Così sono scattati appostamenti e pedinamenti da parte dei militari. Un’attività poi conclusa con un blitz nella sua abitazione, dove si è proceduto ad un’accurata perquisizione.

In cucina, i militari si sono accorti che l’uomo era diventato estremamente nervoso. In effetti, in un pensile erano nascosti un bilancino di precisione, numerose bustine in plastica trasparente, un coltellino, un quaderno con nomi e prezzi di vendita, 145 euro e un mini smartphone senza sim card.

Ma non è finita qui. I carabinieri hanno proceduto ad ispezionare anche l’interno del frigorifero. All’interno dell’elettrodomestico, in uno scompartimento laterale, erano stati infilati 3 tubetti apparentemente di farmaci. È stato aprirli per scoprire il vero contenuto: 16 dosi di cocaina.

Trovata la droga, il materiale necessario al suo confezionamento, il denaro e il “libro mastro” relativo alla rendicontazione dell’attività di spaccio, l’uomo è stato arrestaro e rinchiuso nel carcere catanese di Piazza Lanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti