Connettiti con

Cronaca

Controlli dei carabinieri nelle piazze Belvedere ridotto a luogo di spaccio

Pubblicato

il

belvedere-biancavilla

Visite a “sorpresa” dei militari in tutte le piazze del paese. In due sere, segnalati alla Prefettura di Catania quattro giovani “assuntori” di sostanze stupefacenti.

 

di Vittorio Fiorenza

La piazza del Belvedere di Biancavilla era diventata il luogo di vendita e spaccio di “erba”. Un posto in cui potere trovare con certezza marijuana. Un viavai di giovani che non è passato inosservato agli abitanti della zona. Sono stati loro a lamentare gli assembramenti di ragazzi, gli schiamazzi e quelle chiare scene di cessione della sostanza stupefacente.

I carabinieri della stazione di via Benedetto Croce hanno effettuato una serie di controlli, fino a beccare tre ragazzi in possesso di “erba” in quantità tale da fare scattare la segnalazione come “assuntori” agli uffici della Prefettura di Catania.

I controlli dei militari non si sono limitati al Belvedere. In diverse sere, i carabinieri hanno passato al setaccio tutti gli altri luoghi di ritrovo giovanile del paese: da piazza Giovanni XXIII alla villa comunale. In zona Casina, tra i sedili di piazza Martiri d’Ungheria, una visita a sorpresa dei carabinieri ha portato ad un’altra segnalazione indirizzata alla Prefettura.

Un “blitz” dei militari è scattato pure all’interno della villa comunale, ma alla vista degli uomini in divisa i gruppi di giovani si sono dileguati, segno lampante che aveva qualcosa da nascondere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Olio esausto all’ingresso dei seggi elettorali del plesso “Don Bosco”

Gesto vandalico o di protesta? Presidenti e scrutatori hanno dovuto attendere la pulizia del luogo

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Olio esausto sparso sulla porta e i gradini d’ingresso di uno degli edifici del plesso elementare “Don Bosco” del quartiere Cicalisi, a Biancavilla. La sostanza e la bottiglia in plastica che la conteneva sono state trovate nel padiglione B che ospitano le sezioni 16 e 17.

I presidenti e scrutatori, impegnati nelle operazioni per queste elezioni europee, avrebbero dovuto procedere con i consueti preparativi per la costituzione dei seggi. Ma non è stato possibile accedere ai locali. I funzionari del Comune hanno dovuto chiamare una ditta specializzata perché pulisse l’area.

Il fatto sarebbe accaduto con ogni probabilità questa notte. Sul gesto intenzionale non ci sono dubbi. Si tratta di capire il valore: azione vandalica o gesto politico di protesta? Certo è che chi l’ha compito ha scavalcato la recinzione del plesso scolastico (appartenente al Primo circolo didattico) per poi gettare la sostanza oleosa e lasciando a terra la bottiglia. Sul posto, è intervenuta una pattuglia della polizia locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti