Connettiti con

Scuola

“Ora di Legalità” per gli studenti dell’Itis e del liceo di Scienze umane

Pubblicato

il

ora-di-legalita3

“Ora di Legalità” a Villa delle Favare per i maturandi dell’Istituto tecnico Industriale e del Liceo delle Scienze umane di Biancavilla.

Si tratta di un progetto promosso dall’Associazione Nazionale Magistrati di Catania, l’Associazione Antiracket Antiusura “Libera Impresa”, i carabinieri, la Guardia di Finanza, la polizia e la redazione giornalistica di Ciak Telesud, emittente televisiva di Paternò.

«È un percorso –si legge in una nota– dedicato alla conoscenza, allo studio e all’approfondimento della Costituzione Italiana. Lo scopo è quello di sensibilizzare gli studenti al valore civile ed educativo della legalità, nonché delle attività svolte dalle Associazioni Antiracket dalla Magistratura e delle Forze dell’Ordine».

ora-di-legalita

L’iniziativa intende fornire «metodologie, strumenti e materiali affinché gli studenti imparino a riconoscere i propri diritti e i propri doveri per sapere scegliere, responsabilmente e senza delegare ad altri il proprio futuro e comprendano perché non è sostenibile scambiare i propri diritti con i favori».

All’appuntamento di Biancavilla erano presenti il sostituto procuratore della Repubblica di Catania, Pasquale Pacifico, il presidente di “Libera Impresa”, Rosario Cunsolo, il luogotenente delle Fiamme Gialle di Paternò, Francesco Leotta, il capo della Squadra Mobile dei Carabinieri di Paternò, Dott. Lucarelli, il dirigente del Commissariato di Adrano, Consoli, l’ispettore della Squadra mobile, Arcidiacono, il sindaco Giuseppe Glorioso.

ora-di-legalita2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Sostenibilità ambientale, nelle scuole di Biancavilla erogatori di “acqua buona”

Progetto quinquennale, l’assessore Luigi D’Asero: «Minore consumo di plastica, servizio gratuito»

Pubblicato

il

Il Comune di Biancavilla ha aderito al progetto “L’Acqua che fa Scuola”. A partire dal prossimo anno scolastico, sarà a disposizione “acqua buona” per i ragazzi delle scuole. L’obiettivo è educare i più piccoli ad un atteggiamento responsabile nei confronti della sostenibilità ambientale.

L’installazione di un erogatore d’acqua nelle scuole riduce in maniera sensibile l’utilizzo della plastica.

«L’iniziativa – spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione, Luigi D’Asero – rappresenta un ulteriore passo in avanti dell’amministrazione in tema di ecologia e rispetto dell’ambiente per il minor consumo di plastica. Nel contempo, per i bambini e tutto il personale scolastico, il servizio completamente gratuito».

Il progetto avrà una durata complessiva di 5 anni e prevede anche il coinvolgimento degli operatori commerciali del territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili