Connettiti con

Cronaca

Pistola illegale e spada da samurai, anziano arrestato dai carabinieri

Pubblicato

il

antonino-amata-con-pistola-illegale-e-katana

Il biancavillese Antonino Amata, 81 anni, è stato posto ai domiciliari. Armi e munizionamento sono stati sequestrati dai militari dopo una perquisizione in casa dell’anziano.

 

Teneva in casa una pistola illegale e una katana, la tipica spada usata un tempo dai samurai e poi, fino al termine della seconda guerra mondiale, dagli ufficiali giapponesi.

I carabinieri delle stazione di Biancavilla hanno arrestato, quindi, un 81enne, Antonino Amata, già noto per precedenti, per detenzione illegale di arma e munizioni, detenzione di arma clandestina, detenzione di arma bianca e ricettazione.

I militari, a conclusione di un’attiva investigativa, hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare nell’abitazione dell’uomo, rinvenendo, abilmente occultati all’interno di un armadio nelle scale, una pistola marca Tanfoglio cal. 22, priva di canna e con matricola abrasa, 50 cartucce cal. 22 e la katana. Tutto è stato sequestrato.

L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato per direttissima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Controlli di carabinieri e finanzieri su Covid, sicurezza stradale e droga

Servizio straordinario dei militari nei territori di Biancavilla e Paternò: 34 sanzioni amministrative

Pubblicato

il

Controlli straordinari congiunti tra carabinieri e finanzieri nei comuni di Biancavilla e di Paternò. I militari sono stati impegnati in servizi finalizzati a verificare il rispetto delle norme anti-Covid, ma anche quelle relative al Codice della strada.

Le forze dispiegate sono state quelle del Nucleo Radiomobile della Compagnia dei carabinieri di Paternò, assieme ai colleghi della C.I.O. del XII° Reggimento Sicilia e del Nucleo Cinofili di Nicolosi. Assieme a loro pure i militari delle Fiamme Gialle della Compagnia di Paternò.

Nel corso del servizio elevate 17 sanzioni amministrative per il mancato rispetto del divieto di spostamento nelle ore di “coprifuoco” e 5 per il mancato utilizzo della mascherina protettiva.

Segnalati 2 giovani assuntori di stupefacenti perché trovati in possesso di 4 dosi per complessivi 5 grammi di marijuana.

Controllati 5 esercizi commerciali. Contestate 12 sanzioni amministrative per violazione al Codice della strada, mentre 1 motoveicolo è stato sottoposto a sequestro e fermo amministrativo. Ritirato un documento di guida e circolazione e decurtato complessivamente 62 punti alle patenti di guida. Allo stesso tempo, sono state identificate 72 persone e controllati 66 veicoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili