Connettiti con

Video

Aiuole e pavimentazione sconnesse al Secondo Circolo Didattico

Pubblicato

il

Non si può certo dire che le aiuole e il verde siano proprio curati nello spiazzo esterno all’ingresso del Secondo circolo didattico. Nonostante l’edificio sia stato inaugurato non cento anni fa ma all’epoca dell’amministrazione Manna, come mostra questo video che un lettore ha segnalato a Biancavilla Oggi, la pavimentazione risulta sconnessa in più punti. Colpa delle radici degli alberi che sono stati piantati, ma anche di una manutenzione evidentemente mancante o comunque non frequente.

Il lettore che ci ha fatto la segnalazione si pone pure una serie di interrogativi: «Ma quando gli ingegneri progettano le opere pubbliche si rendono conto delle essenze vegetali che mettono? Sanno riconoscere gli alberi e comprendono quali tipi di radici siano inadatti al luogo? È evidente in questo caso che gli alberi fossero non adeguati, visto che le loro radici hanno danneggiato la superficie stradale. Ci vuole un super esperto di per avere un minimo di cognizione ed evitare di ridurre un bene pubblico in queste condizioni per la pura “ignoranza botanica” di chi progetta? Le responsabilità sono del passato, ma chi amministra adesso perché non provvede alla sistemazione o alla semplice cura del luogo?»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Video

Cartolina da Biancavilla: l’Etna dà ancora spettacolo con sbuffi di lava

Ecco la visuale offerta dal palazzo di piazza Sgriccio

Pubblicato

il

La visuale è quella offerta dal palazzo di piazza Sgriccio, a Biancavilla. Ecco ancora un altro spettacolo dell’Etna. Una cartolina di fuoco con le immagini di Gian Marco Rapisarda.

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività alle 23.30 circa si è ulteriormente intensificata, generando getti di lava alti fino a mille metri sopra il cratere di sud-est.

Tale attività ha prodotto una colonna eruttiva che si è alzata per diversi chilometri rispetto alla cima dell’Etna.

Durante questa attività ha avuto inizio un altro trabocco lavico dalla bocca della sella, alimentando un flusso lavico diretto verso sud-ovest. Dalle ore 00.15 si è avuta una repentina diminuzione della fontana di lava.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili