Connettiti con

Cronaca

Stretta sui negozi “Compro oro” Controlli pure su bar e tabaccai

Pubblicato

il

Ancora un altro controllo straordinario del territorio disposto dal questore di Catania, Marcello Cardona, in due pomeriggi ad Adrano e a Biancavilla. Controlli amministrativi e verifiche sul codice della strada effettuati dal personale del commissariato di polizia di Adrano con l’utilizzo di quattro pattuglie.

Stavolta i controlli hanno riguardato anche esercizi commerciali di “Compro ora”, bar, ricevitorie, rivendite tabacchi dei due comuni.

L’attenzione degli agenti si è soffermata in particolar modo sull’andamento della regolare attività dei “Compro oro” e alla verifica dei soggetti che si sono recati nel corso delle ultime settimane presso questi negozi, per i quali la legge impone la registrazione in un apposito elenco che garantisce la loro facile individuazione.

L’obiettivo dei poliziotti è stato quello di verificare se qualche malvivente dopo aver commesso furti in abitazioni abbia rivenduto oggetti preziosi rubati in cambio di denaro.

Inoltre, altri controlli mirati sono stati effettuati nei confronti degli esercizi commerciali che detengono slot machine.

Al termine dell’attività di controllo sono stati conseguiti i seguenti risultati: 33 persone, ispezionati 8 veicoli, elevate 6 sanzioni amministrative per infrazioni al codice della strada, deferita all’autorità giudiziaria una persona per guida senza patente e controllati 5 esercizi commerciali.

Pochi giorni fa altri controlli straordinari del territorio tra Adrano, Bronte e Biancavilla: 176 persone e 94 veicoli controllati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Lite con coltello: 66enne di Biancavilla arrestato per tentato omicidio

Diverbio tra proprietari di terreni attigui, la vittima trasportata al “Maria Santissima Addolorata”

Pubblicato

il

Arrestato dai carabinieri un 66enne di Biancavilla con l’accusa di tentato omicidio aggravato. Avrebbe colpito un coetaneo di Adrano con diversi fendenti. Adesso si trova rinchiuso nel carcere di Noto. I fatti sono stati ricostruiti dai militari, dopo che la vittima si è presentata nella stazione di Adrano, chiedendo aiuto.

L’uomo, che aveva vistose ferite da taglio in diverse parti del corpo e in particolare al collo e al volto, è stato immediatamente soccorso dai carabinieri. Chiamata un’ambulanza, è stato trasportato all’ospedale “Maria Santissima Addolorata” di Biancavilla.

Secondo quanto appurato dai militari, il 66enne adranita, proprietario di alcuni appezzamenti in contrada Irveri, aveva avuto un diverbio con il padrone dei terreni attigui, un 66enne di Biancavilla, per questioni relative ai confini dei fondi. La discussione si era però tramutata in una vera e propria lite, al termine della quale il biancavillese aveva usato un coltello da cucina, ferendo l’altro. Ferite con una prognosi –stabilita dai medici di Biancavilla– in 10 giorni.

Svolte le indagini, i carabinieri hanno quindi rintracciato l’aggressore nella sua abitazione. Qui è stato trovato con la maglietta ancora sporca di sangue ed in possesso del coltello appena utilizzato. Immediato l’arresto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili