Connettiti con

Video

Il corteo dell’orgoglio rossazzurro «Biancavilla ultras presente»

Pubblicato

il

Nella manifestazione dei tifosi catanesi organizzata dopo l’inchiesta sulle partite truccate, anche un “pezzo” di Biancavilla. Uno striscione di Dino Scalia ed Alfio Finocchiaro per rappresentare i tifosi biancavillesi.

 

Smarrimento e confusione: sono questi i sentimenti dei tifosi rossazzurri. Tormentati dalle vicende legate all’inchiesta i “Treni del gol”, i supporter del Catania hanno mostrato tutto il loro rammarico durante una vivace e colorita manifestazione organizzata per le vie della città.

Una protesta denominata il “corteo dell’orgoglio rossazzurro”, che ha portato il popolo della squadra etnea a sfilare da piazza Roma fino a piazza Università. Una processione che ha convogliato in centro città migliaia di persone che si sono presentate con maglie storiche del Catania, striscioni, sciarpe e pantaloncini.

dino-scalia-al-corteo-rossazzurro-per-il-catania

Da sinistra: Alfio Finocchiaro, Ciccio Famoso e Dino Scalia

Nella folla, anche uno striscione in rappresentanza del gruppo di Biancavilla con Dino Scalia ed Alfio Finocchiaro, coadiuvati da Ciccio Famoso, capo della falange d’assalto della Sud: «Anche noi abbiamo voluto protestare contro Pulvirenti e Cosentino, essendo stati traditi».

Due, i colori predominati: il rosso e l’azzurro che hanno invaso via Etnea. Una protesta che ha rivelato tutta la delusione di un’itera città, quella sportiva e non.

A sfilare, infatti, non sono stati solo gli ultras, ma anche i tifosi non organizzati e intere famiglie.

Tutti insieme per urlare forte l’orgoglio di una tifoseria che non ci sta. Importanti i numeri della protesta: quasi tremila persone hanno sfilato per Catania.

“Noi siamo il calcio Catania”, “tutti insieme canteremo per la maglia e la città”, “per l’onore di Catania siamo qua”: hanno urlato sventolando le bandiere, le stesse che avevano sbandierato per la festa della promozione nel 2006, ma che oggi hanno quasi un colore diverso perché issate a lutto.

biancavilla-ultras-per-il-catania

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
2 Commenti

2 Commenti

  1. rosario

    29 Giugno 2015 at 16:57

    Boo….per il pane e i diritti sacrosanti di ogni lavoratore e per quel pezzo di futuro che ci hanno strappato,restiamo tutti a casa indignandoci al bar,mentre per il calcio siamo capaci di questo….a proposito Churchill diceva:Gli Italiani perdono le guerre come se fossero partite di calcio e le partite di calcio come se fossero guerre.

  2. Giuseppe

    28 Giugno 2015 at 23:33

    Da catanese e sportivo il Catania e meglio che il prossimo anno riparta dall’ultima serie per essere da monito a tutte le altre squadre, ed essere un esempio per il futuro di sportività e non di inganno e disonesta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Video

Nevica su Biancavilla: il fascino dei fiocchi sul campanile della Chiesa Madre

Un freddo “San valentino” con temperature che, secondo le previsioni, dovrebbero scendere anche sotto lo zero

Pubblicato

il

Ondata di freddo sulla Sicilia. E a Biancavilla cadono giù i fiocchi di neve. Un freddo “San Valentino” con temperature che, secondo le previsioni, dovrebbero scendere anche sotto lo zero.

La vista verso il centro storico di Biancavilla, nelle immagini girate dal balcone di casa di un nostro lettore, parlano da sé. Lo strato bianco sulle tegole delle case, in primo piano.

Sullo sfondo, i fiocchi che cadono sul campanile della Chiesa Madre. Una cartolina che suscita sempre il suo fascino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili