Connettiti con

Cronaca

Controlli a tappeto a Biancavilla con denunce e sequestro di veicoli

Pubblicato

il

controlli-dei-carabinieri

Carabinieri in piazza Sgriccio in uno dei posti di blocco

di Vittorio Fiorenza

Controllo straordinario del territorio. Sei- sette pattuglie di carabinieri hanno messo ai raggi X Biancavilla. Una mattinata di verifiche, posti di blocco ed inevitabili sanzioni per le relative infrazioni.

Il servizio dei militari dell’Arma conferma un’intensificazione di controlli sul campo con l’obiettivo di segnalare visivamente la presenza dello Stato.

Tutte le vie principali di Biancavilla e i punti “vulnerabili” del paese sono stati battuti dai militari. Ci sono stati fermi e sequestri di veicoli, denunce a persone per violazioni del codice della strada, ritiro di patenti e sottrazione di punti.

Decine le persone controllate, alcune delle quali con precedenti penali, anche in chioschi e sale gioco del paese.

L’attività straordinaria dei carabinieri si aggiunge a quella dello scorso febbraio (in quel caso scattarono pure sei perquisizioni in altrettante abitazioni) e al servizio di controllo stradale di alcuni giorni fa nel centro storico da parte del personale del commissariato di polizia di Adrano, su disposizione del questore di Catania.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
2 Commenti

2 Commenti

  1. Nicolino UnAmico Incomune

    16 Maggio 2015 at 21:50

    Nessuno ha notato la macchina dei carabinieri ed il camion del venditore ambulante? Era in regola? Quella piazza è una giungla in cui si arriva a volte al parcheggio di terza fila e ridurre il tutto ad una corsia. Senza parlare di quando ci sono le crispelle e che la gente parcheggia dentro la corsia sinistra. Presenza dello Stato? Una tantum. Vedete tutti i venditori ambulanti in tutto il paese e la relativa circolazione stradale? Poi con quel genio Gloriosano ingegneristico geniale dei marciapiedi dentro la corsia. Stato allo sfacelo. Se una anziana mette la cipria sempre anziana è. Se Glorioso a parole fa Antimafia ( per esempio lo sportello Antipizzo e le facciate mal ‘bonificate’ dall’amianto degli edifici pubblici), sempre Glorioso è. Se i carabinieri fanno controlli, sempre incivile ed invivibile Biancavilla è.

    • salvatore

      20 Maggio 2015 at 19:40

      insomma…!!! Le persone ora sono quasi tutte con il casco, e chi non ha l’assicurazione, ci pensa due volte prima di uscire!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Volontari della parrocchia dell’Idria a sostegno degli alunni della “Sturzo”

“Pomeriggio insieme”: intesa tra padre Giovambattista Zappalà e la preside Concetta Drago

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Nel periodo post pandemia si è assistito ad un aumento di ragazzi con difficoltà nell’ambito scolastico. Una delle motivazioni possibili è da attribuire alla didattica a distanza. La Dad ha lasciato, infatti, segni evidenti nella fascia adolescenziale.

Nasce in questo contesto, a Biancavilla, l’iniziativa di collaborazione tra la parrocchia Santa Maria dell’Idria e la scuola media “Luigi Sturzo”.

Alcuni volontari della parrocchia, tra cui docenti, ex docenti e professionisti, si sono resi disponibili a dedicare un po’ del loro tempo per gli alunni che vogliono migliorare il loro bagaglio culturale. 

La proposta di collaborazione rivolta dal parroco don Giovanbattista Zappalà e la disponibilità dei volontari sono state accolte favorevolmente e con spirito di grande cooperazione dal dirigente scolastico Concetta Drago. 

Il gruppo di volontari è stato denominato “Pomeriggio insieme”, volendo rimarcare dunque che il suo scopo non è solo arrivare ad una formazione scolastica. Ma anche stare assieme, svolgendo attività ricreative, oltre quelle legate allo studio. 

Le attività si svolgeranno ogni settimana, da lunedì a venerdì, dalle 15.30 alle 17.00 e saranno aperte a tutti i ragazzi che lo vorranno. Ulteriori informazioni potranno essere chieste in parrocchia o a scuola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili