Connettiti con

Politica

A Biancavilla apre “La casa dei sorrisi”: è il primo centro comunale per disabili

La struttura di 400 metri quadrati è stata inuagurata in via delle Vittorie: ospieterà 15 persone

Pubblicato

il

È stato chiamato “La casa dei sorrisi”. È il primo centro di aggregazione comunale a Biancavilla aperto a persone con disabilità. La sua inaugurazione è avvenuta in locali di via delle Vittoria. Taglio del nastro affidato al sindaco Antonio Bonanno con l’assessore ai Servizi sociali, Vincenzo Amato, e il presidente del Consiglio Comunale, Martina Salvà. Dopo l’apertura di un asilo nido, la città si arricchisce così di un’altra struttura sociale.

«Per me è stato un momento di grande emozione, al di là del risultato sul piano amministrativo. Ho voluto fortemente che a Biancavilla –spiega il sindaco– nascesse il primo centro comunale dedicato ai disabili. Per questo la mia amministrazione ha impegnato l’unica somma disponibile in bilancio per la sua realizzazione».

La “Casa dei sorrisi”, la cui gestione è affidata alla cooperativa “Casa”, è una struttura di circa 400 metri quadri e accoglie 15 disabili dagli 11 ai 40 anni. Sarà aperta tutti i giorni, dal lunedì a venerdì. Al suo interno vi lavorano psicologi e operatori specializzati che si occuperanno dei progetti educativi e ludici destinati agli ospiti della struttura.

«È massima la nostra attenzione nei confronti dei soggetti deboli per il cui benessere ogni famiglia impegna spesso la propria esistenza. Realizzare una struttura aperta dal lunedì al venerdì con personale specializzato dimostra nei fatti –aggiunge Bonanno– quanto abbiamo a cuore le famiglie della nostra città. La realizzazione del centro segue di pochi mesi l’apertura del primo asilo nido comunale, anch’esso appoggio e sostegno per le famiglie. Tra qualche giorno, inoltre, inaugureremo il primo parco giochi inclusivo della nostra città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Biancavilla in balìa dell’Acoset: acqua ridotta, disservizi in vari quartieri

L’azienda riduce di 6 litri al secondo la consueta erogazione, il sindaco Bonanno si rivolge al prefetto

Pubblicato

il

L’Acoset ha ridotto l’erogazione idrica a Biancavilla. Ciò sta creando disagi agli utenti che risiedono in particolare nel centro storico (non serviti dai pozzi comunali).

Il primo cittadino ha informato della situazione la Prefettura di Catania. «Pur comprendendo le difficoltà della società idrica, il sindaco Bonanno – informa una nota del Comune – ha chiesto all’Acoset di ripristinare il più presto possibile l’erogazione idrica nelle quantità necessarie al fabbisogno dei cittadini».

Secondo il Piano Regolatore delle Acque, l’Acoset è tenuta a fornire al Comune di Biancavilla (pur non facendo parte della società) 23 litri al secondo di acqua. Di solito, tuttavia, l’erogazione è stata garantita per 27-28 l/s, un quantitativo che (unito a quello dei pozzi del Comune) riesce a coprire il fabbisogno. Adesso, però, per carenza idrica ed esigenze aziendali, a Biancavilla vengono forniti 21 litri al secondo. Un quantitativo insufficiente, che è causa dei disservizi presenti in diversi quartieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti