Connettiti con

Politica

Oltre 68% di vaccinati: così Biancavilla ha evitato le restrizioni della Regione

L’alto numero di inoculazioni sottrae il nostro Comune dalle misure più severe imposte da Musumeci

Pubblicato

il

Biancavilla non è tra i comuni siciliani che l’ordinanza del presidente Nello Musumeci ha individuato tra quelli con una bassa percentuale di vaccinati e, quindi, destinatari di una serie di misure di restrizioni.

Lo comunica il sindaco Antonio Bonanno. «Grazie al lavoro fatto in questi mesi da noi tutti, conquistiamo con dati concreti la normalità sottraendoci da qualsiasi penalizzazione», sottolinea il primo cittadino.

Fino ad ora hanno ricevuto la prima dose 13.667 biancavillesi su un target di 19.997. Una percentuale del 68,4%. I vaccinati nella fascia “over 60” sono ben l’86%. Attualmente sono 20 i positivi. Il numero è, con ogni probabilità destinato ad aumentare.

«La combinazione tra vaccinazioni ancora più estese e comportamenti responsabili –evidenzia Bonanno– ci dirà se siamo davvero in grado di controllare i dati negativi.

Per il sindaco «l’ospedale di Biancavilla, il Pta di Adrano, il “nostro” Com con i medici di famiglia, i volontari di Croce Rossa e Protezione Civile e il gran lavoro dell’esperto anti-Covid Francesco Privitera hanno il merito di avere raggiunto un obiettivo del genere».

«Non si tratta, però, di autocompiacersi, anto ancora dev’essere fatto», specifica Bonanno. «E’ per questo che la mia amministrazione ha impresso in questi giorni un’accelerazione alle “vaccinazioni di prossimità” per allargare ancora di più la base vaccinale tra le varie fasce di popolazione. Tra i pochi contagiati è ancora alta la presenza di non vaccinati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Missione a Roma del sindaco Bonanno, incontro con il presidente La Russa

Visita istituzionale a Palazzo Madama: colloquio anche con la sottosegretaria all’Istruzione

Pubblicato

il

Missione romana per il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno. Il primo cittadino ha incontrato il presidente del Senato, Ignazio La Russa, ma anche il senatore Salvo Pogliese, il presidente del gruppo di Fratelli d’Italia a Palazzo Madama, Lucio Malan, e la sottosegretaria all’Istruzione Paola Frassinetti.

La Russa, in particolare, si legge in una nota del Comune, «ha ribadito il proprio attaccamento a tutto il territorio catanese, sottolineando il ruolo centrale delle amministrazioni che svolgono un ruolo di regia per programmare lo sviluppo delle nostre realtà».

Bonanno parla ha ribadito «la forte intesa istituzionale del Governo e di tutto il Parlamento con il Comune di Biancavilla». Con la sottosegretaria Frassinetti, Bonanno ha affrontato questioni che riguardano il mondo della scuola e dell’edilizia scolastica nell’area che ci riguarda.

Assieme al primo cittadino, da Biancavilla c’erano anche il consigliere comunale Dino Caporlingua e l’esperto del sindaco Fabio Catania.

«Rinnovo stima e gratitudine al sen. Salvo Pogliese – ha detto Bonanno – sempre disponibile a promuovere interventi di sostegno per la città di Biancavilla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti