Connettiti con

Politica

Lavori da fare, progetti da presentare: l’assessore Falcone in tour a Biancavilla

Tra i punti attenzionati: case popolari, area della Fce, zona artigianale e chiese da mettere in sicurezza

Pubblicato

il

Visita ufficiale dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, a Biancavilla. L’esponente del governo Musumeci ha fatto un vero e proprio tour, annotando una serie di questioni. Dalle case popolari all’ex linea ferrata della Fce, dall’arteria di collegamento alla zona di Sciammarita (destinata all’area artigianale) alle chiese che interessano interventi di reastauro. «All’assessore regionale abbiamo “consegnato” una serie di richieste che riguardano vari punti della città», ha detto il sindaco Antonio Bonanno.

La visita di Falcone ha preso le mosse dalle Case popolari di via Martoglio, lungo Viale Europa. Lì la Regione può intervenire per riqualificare decine di residenze che ricadono sotto la responsabilità dell’Iacp.

«Nella zona Badalato – altro punto dove siamo stati – abbiamo affrontato –specifica Bonanno – la questione che riguarda la ferrovia dismessa, per la quale abbiamo chiesto un finanziamento di 400 mila euro per la progettazione. Nella zona di Vallelato, detta Badalato, stiamo lavorando alla stesura di un progetto esecutivo per l’illuminazione, l’allargamento della strada e la realizzazione dei marciapiedi».

«Ci siamo poi spostati nell’Area Artigianale per sollecitare la realizzazione di uno svincolo della SS 284 che darebbe respiro alle arterie stradali interne. Affinché il progetto possa essere realizzato, Falcone promuoverà nei prossimi giorni un incontro con il dirigente dell’Anas nel corso del quale esporrò le ragioni della mia amministrazione. Entro la fine dell’anno – ha aggiunto Falcone – la gara per il raddoppio della SS 284 dovrebbe essere appaltata».

Il “giro” biancavillese dell’assessore si è concluso in tarda mattinata con la visita alle chiese dell’Annunziata, della Mercede, di Sant’Antonino, San Gaetano e Sant’Orsola. Per metterle in sicurezza bisogna presentare in tempi veloci i progetti che dovranno essere finanziati.

«Registro con grande soddisfazione –ha detto il sindaco– la disponibilità dell’assessore ad accogliere i progetti cantierabili, pronti per essere finanziati, che la mia amministrazione intende presentare alla Regione Siciliana. Con l’ufficio tecnico siamo già al lavoro per tradurre sul piano progettuale le richieste avanzate stamattina. Già in questi mesi, come i cittadini sanno, abbiamo attinto a importanti finanziamenti regionali ed europei per una serie di interventi strutturali che riguardano la città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA  

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

«Il sindaco ci dica se ci sono le condizioni per stare in maggioranza»

Dopo lo “strappo” in aula, intervento del gruppo “Noi per Biancavilla”: toni amari ma conciliatori

Pubblicato

il

«Amarezza per quanto accaduto e pieno consenso sulla scelta politica adottata dal consigliere Fabrizio Portale».

Si esprime in questi termini, Nino Finocchiaro, responsabile del gruppo “Noi per Biancavilla”, rappresentato in Consiglio Comunale da Portale. Il riferimento è allo “strappo” verificatosi in aula, quando il consigliere non ha partecipato al voto per la scelta dei componenti biancavillesi per l’assemblea dell’Unione dei Comuni della Val Simeto (Biancavilla, Adrano, Santa Maria di Licodia e Centuripe). Un voto che, di fatto, ha escluso Portale, preferendo altri tre componenti di maggioranza (Rosanna Bonanno, Giorgia Pennisi e Marco Cantarella), oltre all’unico componente di minoranza, Melissa Pappalardo, eletta di diritto.  

«Tale scelta operata con il consenso del sindaco Antonio Bonanno ha di fatto tradito gli impegni assunti nei riguardi della nostra lista, già esclusa da ogni rappresentanza istituzionale sia in Giunta che in Consiglio Comunale», attacca Finocchiaro, facendo eco alle dichiarazioni già espresse a caldo da Fabrizio Portale a Biancavilla Oggi. Quest’ultimo aveva “avvisato” il primo cittadino di valutare l’uscita dalla coalizione di maggioranza.

La richiesta al sindaco Bonanno

«Chiediamo al sindaco, quale garante degli impegni assunti con la nostra lista e con oltre mille cittadini che l’hanno votata, di conoscere – ribadisce ora Finocchiaro – se sussistono ancora le condizioni politiche che hanno dato luogo all’accordo in sede di campagna elettorale e se ritiene ancora necessaria ed indispensabile la nostra presenza all’interno della maggioranza».

I toni di Finocchiaro sono comunque conciliatori: «Il nostro consigliere, nell’interesse della Città, nonostante il trattamento subito è disponibile a sostenere come ha sempre fatto, tutti gli atti amministrativi che il sindaco e la Giunta Municipale fino ad oggi hanno adottato e adotteranno, previo coinvolgimento sulle scelte importanti per la nostra città. Non si può pretendere che una forza politica possa sostenere l’attività dell’amministrazione comunale, se dovesse persistere un atteggiamento di chiusura e di esclusione sulle scelte che l’amministrazione e la maggioranza che la sostiene compiono nell’adozione degli atti amministrativi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti