Connettiti con

Politica

Ospedale da inaugurare, Forza Italia: «Annunci fantomatici di Glorioso»

Pubblicato

il

ospedale-nuova-ala

«Esprimiamo amarezza e forte dissenso verso i continui annunci (puntualmente smentiti dai fatti) e le false promesse dell’amministrazione Glorioso. L’apertura del nuovo ospedale –ormai è chiaro a tutti– non dipende dalla volontà dell’amministrazione Glorioso. Ad avvalorare tale tesi sono stati i continui annunci di una fantomatica apertura che si sono susseguiti in questi anni ma che mai si sono concretizzati».

È quanto scrive in un comunicato stampa il gruppo consiliare di Forza Italia di Biancavilla, in riferimento all’apertura del nuovo plesso ospedaliero “Maria Santissima Addolorata”, la cui inaugurazione annunciata decine di volte non ha ancora una certezza.

«L’unica evento a cui abbiamo assistito –scrivono i consiglieri– è un siparietto dell’amministratore Glorioso che ha dimostrato di pensare solo ad auto elogiarsi e a nascondere la realtà ai cittadini che puntualmente vengono presi in giro».

«Presi in giro più volte, non solo per la mancata apertura dell’ospedale», viene sottolineato. «Presi in giro perché secondo il primo cittadino nella aule delle scuole c’erano più di 20 gradi. Quindi il malcontento dei genitori è tutta un’invenzione? I bambini, insegnanti ed impiegati lasciati al gelo si sono inventati tutto?».

«Il sindaco –conclude la nota del gruppo consiliare– dovrebbe farsi un esame di coscienza per capire che gli annunci e gli slogan #bellabiancavilla non serviranno a mascherare un disastro amministrativo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Alba

    29 Gennaio 2017 at 10:48

    Inutile che scrivete lettere…dovreste andare tutti a casa…siete mangia pane a tradimento…siete una mangia soldi per il paese..destra sinistra e centro….altro che politica….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Per la sfida tra Bonanno e Ingiulla chiamati alle urne 21.638 biancavillesi

Seggi aperti per scegliere il sindaco e 16 consiglieri comunali per il quinquennio 2023-2028

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Seggi aperti, oggi fino alle ore 23 e domani dalle 7 alle 15, per 21.638 biancavillesi aventi diritto. Il dato comprende pure coloro che si trovano all’estero. Gli elettori “locali” sono 18.368, ovvero 8803 maschi e 9565 femmine.

Tutti chiamati ad eleggere il sindaco di Biancavilla per i prossimi cinque anni (la scelta è tra Antonio Bonanno per il Centrodestra ed Andrea Ingiulla per il Centrosinistra) e 16 consiglieri comunali, tra i 144 candidati distribuiti in nove liste.

Biancavilla è tra i 18 Comuni della provincia di Catania al voto in questa tornata elettorale. Essendo tra i 6 con popolazione superiore a 15.000 abitanti, il sistema elettorale è quello proporzionale.

Il primo cittadino uscente, Antonio Bonanno, è ricandidato e sostenuto da otto liste: Noi per Biancavilla, Prima l’Italia, Fratelli d’Italia, Movimento per l’autonomia, Biancavilla in azione, Biancavilla mi piace, Biancavilla che lavora, Energie per Biancavilla. Suoi assessori designati sono Martina Salvà, Vincenzo Giardina e Vincenzo Randazzo.

A sfidarlo è Andrea Ingiulla, sostenuto dalla lista Partito Democratico – Biancavilla che vogliamo, che ha designato assessori Fina Greco, Salvo Spadaro, Margherita Messina, Grazia Ventura e Pietro Benina.

AGGIORNAMENTO

Alle ore 12, a Biancavilla l’affluenza è stata dell’11,09%. Dei 21.638 aventi diritto, hanno già votato in 2400. La percentuale più alta (pari al 14,18%) si è registrata alla sezione 5, mentre quella più bassa (ovvero l’8,20%) è alla sezione 4. Prossimo rilevamento sarà alle ore 19.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili.