Connettiti con

Politica

Il Centrodestra lancia l’allarme: «Il Comune è in deficit strutturale»

Pubblicato

il

consiglio comunale

Fratelli d’Italia, Ncd e Forza Italia: «Vi è una crisi strutturale economica mai sostenuta finora, che potrebbe portare anche al dissesto finanziario ed al fallimento del Comune».

 

«Il Comune di Biancavilla è deficit strutturale». A lanciare l’allarme e a svelare i punti critici contenuti nel bilancio consuntivo che il Consiglio Comunale si appresta a trattare, sono stati i gruppi di opposizione. Un allarme che, per senso istituzionale, come viene sottolineato dall’opposizione, è stato manifestato in tempo per consentire agli uffici comunali di procedere a correzioni, quantomeno formali. La gravità c’è e salta all’occhio come né il Collegio dei revisori dei conti né l’esperto del sindaco siano stati premurosi a segnalare gli aspetti critici evidenziati da Fratelli d’Italia, Ncd e Forza Italia.

«A dispetto dei documenti contabili e delle varie relazioni forniteci, dove non si certificano gravi problematiche, un’accurata analisi del bilancio –viene sottolineato in una nota delle forze di Centrodestra– ha reso possibile individuare un parametro errato che condanna il Comune di Biancavilla ad affrontare una crisi strutturale economica mai sostenuta finora, che potrebbe portare anche al dissesto finanziario ed al fallimento del Comune».

Dai consiglieri di minoranza viene paventata una possibile «serie di severi controlli e pesanti restrizioni dal punto di vista contabile tali da ipotizzare un ulteriore drammatico peggioramento della vita economica di Biancavilla».

I consiglieri Marco Cantarella, Mario Amato, Ada Vasta, Vincenzo Amato, Mauro Mursia e Dino Caporlingua fanno presente, quindi, che «non sussistono le condizioni tali da porre ai voti un bilancio trasmesso con dati errati che stravolgono la situazione economico-strutturale del Comune, rispetto a quella comunicata e certificata nei termini previsti di legge». E per questo «preannunciano inoltre, in caso di mancata presa di coscienza ed imprudente continuazione della trattazione, un voto negativo allo stesso e l’avvio di tutte le procedure presso gli organi competenti di verifica e controllo, Corte dei Conti in primis».

Osservazioni critiche su cui Biancavilla Oggi, attraverso l’ufficio stampa del Comune, ha chiesto replica e chiarimenti al sindaco Giuseppe Glorioso. Ma al momento in redazione non è pervenuta alcuna comunicazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Bonanno dà l’annuncio atteso da oltre 16 anni: «Approvato Prg di Biancavilla»

Un lunghissimo iter per uno strumento urbanistico già superato, il sindaco: «Adesso va adeguato»

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Dopo un iter durato oltre 16 anni, l’assessorato regionale al Territorio e Ambiente ha ufficialmente dato il via libera al Piano Regolatore Generale di Biancavilla. Gli ultimi passaggi di sorta erano state le controdeduzioni inviate dal Consiglio Comunale alla Regione.

«In altri tempi, avremmo potuto parlare di un traguardo storico ma oggi mi preme, semmai, evidenziare come siamo riusciti a condurre in porto una nave che era stata fatta arenare durante il suo tragitto», spiega il sindaco Antonio Bonanno.

Il percorso burocratico-amministrativo per l’adeguamento del Prg è cominciato durante la Giunta del sindaco Mario Cantarella.

«Abbiamo sbloccato un iter fermo da anni. E questo è un fatto. Ma questo Prg, così come ho avuto modo di sottolineare in decine di altri interventi, è anche –sottolinea Bonanno– un Piano abbondantemente sorpassato. E questo è un altro fatto».

«Siamo riusciti chiudere un capitolo che incideva anche sulla tutela della salute in riferimento alla specificità della fluoroedenite ed ai parametri di sviluppo legati alla nostra città ed al territorio».

«Assieme alla mia giunta, al consiglio comunale, alle forze politiche e sociali e di concerto ai tecnici penseremo a come migliorare un Prg che va riportato al passo con i tempi e, dunque, con le esigenze dei biancavillesi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili