Connettiti con

Politica

Seggi disertati, referendum nullo: a Biancavilla il 78% non ha votato

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

di VITTORIO FIORENZA

L’affluenza degli aventi diritto al voto, a Biancavilla, si è fermata al 22,32%. Sul “referendum delle trivelle”, i biancavillesi hanno preferito restare a casa. Dei 18.529 iscritti nelle liste elettorali, soltanto 4135 hanno manifestato il loro voto: 2042 uomini e 2093 donne.

In altre parole, con un marcatura maggiore rispetto alla media siciliana e quella nazionale, 4 biancavillesi su 5 se ne sono infischiati di questo appuntamento referendario. Numeri tra i peggiori della provincia di Catania.

A conclusione delle operazioni di scrutinio nelle 20 sezione biancavillesi, i “Sì” sono stati il 92,03% pari 3752 voti, mentre i “No” si sono bloccati al 7,97%, cioè 325 preferenze. Risultati, però, che non ha alcun valore legale.

Per questa campagna referendaria, le forze politiche a Biancavilla, sia quelle che fanno riferimento al sindaco Giuseppe Glorioso che quelle di Centrodestra, così come il Movimento Cinque Stelle, sono state praticamente latitanti.

Qualche manifesto a favore del “Sì”. Ma nulla di più. Da segnalare anche una postazione gazebo in piazza Roma, promossa dal comitato del “Sì” con la presenza del segretario regionale di Rifondazione Comunista, Mimmo Cosentino. Per il resto, totale silenzio: sintomo (uno dei tanti) di una vita democratica cittadina inesistente.

referendum-trivelle-sezione-antonio-bruno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Rivoluzione nel centro storico di Biancavilla che diventa isola pedonale

Provvedimento sperimentale , il sindaco Bonanno: «Uno spazio libero da auto per cittadini e bambini»

Pubblicato

il

A partire da domenica 28 febbraio il centro storico cittadino sarà chiuso al traffico dalle 9 alle 13. Da Piazza Idria a Piazza Sant’Orsola, passando per Piazza Roma, il “cuore” della città diventa Isola pedonale riservata soltanto ai cittadini.

«È un progetto sperimentale – spiega il sindaco Antonio Bonanno – che la mia amministrazione ha deciso di avviare per ridare vivibilità all’ampio percorso del nostro centro storico. Valuteremo l’impatto e verificheremo se ci sono delle correzioni da apportare».

«Vorrei che i bambini e, più in generale, tutti i cittadini –specifica Bonanno– usufruissero degli spazi liberati dalle auto per mezza giornata. Penso anche a tutti i ciclisti per i quali tutto il percorso rappresenta una sorta di passeggiata ideale».

L’intervento è stato pianificato in collaborazione con il Comandante della Polizia municipale. Previste, nei casi di necessità, le alternative per non penalizzare quanti devono muoversi in auto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili