Connettiti con

Politica

Progetto “Gender” nelle scuole, a Biancavilla interviene Fratelli d’Italia

Pubblicato

il

Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale di Biancavilla interviene contro il progetto “Gender” nelle scuole, che tanto sta facendo discutere e dividere, ed invita i genitori biancavillesi a recarsi al palazzo comunale, dove è possibile firmare contro il disegno di legge sull’educazione di genere.

Contrastanti i pareri, molta la confusione, guerra ideologica sul social network. «Il programma –sostengono i militanti biancavillesi di FdI-An– intende sostenere ed impartire
la non-esistenza biologica del genere uomo/donna, l’ipersessualizzazione precoce e forzata degli alunni intesa come educazione sessuale, la non-necessità di una famiglia naturale, ovvero un solo padre e una sola madre. È innegabile che tutto ciò, non sia stato illustrato né reso noto ai genitori».

Da qui l’invito della forza politica a firmare contro il ddl. È possibile farlo, se maggiorenni, recandosi al palazzo comunale di Biancavilla, presso l’ufficio elettorale (dalle ore 9,00 alle ore 13,00 presso l’ufficio elettorale, non oltre il 23 settembre 2015.

«Sarà possibile firmare la petizione –si legge in un comunicato di Fratelli d’Italia– anche presso la nostra sede di Biancavilla, in via Mongibello 8/10, dal lunedì al sabato dalle ore 16.00 alle ore 20.00, grazie al prezioso contributo dei ragazzi del “Mercatino del libro usato”».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Enrico R.

    14 Settembre 2015 at 15:00

    Non è certo un tema facile, e sicuramente non è firmando una petizione o sciorinando frasi come “ipersessualizzazione precoce e forzata degli alunni” che la tematica quanto mai pressante del Gender possa trovare una soluzione. Mi piacerebbe condividere qui un articolo apparso il 22 giugno 2015 su Repubblica, in cui Michela Marzano spiega, in modo chiaro, come debba essere accolta l’educazione e il rispetto alla diversità. Ne segnalo subito un estratto, per poi indicare il link dell’articolo.

    <>

    da: http://www.repubblica.it/cronaca/2015/06/22/news/la_crociata_del_gender_il_fantasma_che_agita_i_cattolici-117439745/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Intesa al Comune per sistemare un centinaio di case popolari a Biancavilla

Incontro tra l’amministrazione Bonanno ed il vertice dell’Iacp per la modernizzazione degli alloggi

Pubblicato

il

Piena disponibilità alla riqualificazione e modernizzazione degli alloggi Iacp nel territorio di Biancavilla. Faccia a faccia tra il presidente dell’Istituto autonomo case popolari di Catania, Angelo Sicali, ed il sindaco Antonio Bonanno e l’assessore Marco Cantarella, promotore dell’incontro.

L’intento è mettere a punto una collaborazione finalizzata alla riqualificazione di un centinaio di alloggi Iacp che si trovano a Biancavilla.

La vetustà delle strutture abitative e la necessità di un intervento: tematiche affrontate già – nel marzo scorso – al centro di un incontro durante un sopralluogo dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone.

Sicali era accompagnato dall’ing. Valeria Vadalà. All’incontro hanno partecipato anche l’ing. Placido Mancari e il vice segretario comunale Davide Marino.

«Esprimo la mia soddisfazione – ha commentato Sicali – per avere gettato le basi di una proficua collaborazione con l’amministrazione. L’obiettivo è dare risposte concrete a tutti i cittadini del territorio». 

«Grazie alla disponibilità del presidente Sicali – sottolinea il sindaco Bonanno – possiamo pensare ad una programmazione di interventi a favore delle case popolari abitate dai nostri cittadini».

«Ringrazio il presidente Sicali per aver accolto il mio invito ad incontrare l’amministrazione comunale e per aver già avviato una serie di attività istruttorie propedeutiche ad un’azione di riqualificazione degli alloggi popolari mai vista prima», ha commentato l’assessore Cantarella, che ha la delega ai rapporti con l’Iacp. «Dare dignità abitativa a centinaia di biancavillesi che abitano in tali complessi – ha concluso l’assessore – è un obiettivo perseguito da tempo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili