Connettiti con

Cronaca

Perquisizioni in sei abitazioni Territorio ai raggi X: 58 controlli

Pubblicato

il

“Visite” in casa e nelle sale gioco, posti di blocco e controlli straordinari da parte dei carabinieri. Evidenziate soprattutto violazioni al codice della strada: quasi 3500 euro di verbali.

di Vittorio Fiorenza

Perquisizioni in sei abitazioni finalizzate alla ricerca preventiva di armi da fuoco e munizioni, 58 persone sottoposte a verifiche, accertamenti in 5 sale da gioco e 13 veicoli fermati.

Sono questi i numeri relativi alla vasta operazione di controllo straordinario dei carabinieri che ha interessato tutto il territorio di Biancavilla. Posti di blocco, in particolare, su punti cruciali della viabilità cittadina, come viale dei Fiori e piazza Sgriccio.

Coinvolti non soltanto i militari della stazione biancavillese, ma anche carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile della compagnia di Paternò, del 10° Battaglione “Campania” e dell’11° Battaglione “Puglia”.

I controlli effettuati nell’arco di un solo pomeriggio hanno permesso di evidenziare soprattutto violazioni del codice della strada: tre le persone con auto senza copertura assicurativa, quattro gli automobilisti che circolavano senza revisione del veicolo, due i soggetti sprovvisti di documenti di circolazione e di guida, mentre uno non possedeva la patente.

Su 13 veicoli controllati, i verbali elevati sono stati 10 per un importo complessivo di quasi 3500 euro. Tre veicoli, poi, sono stati sottoposti a sequestro amministrativo, altri quattro sono stati sospesi dalla circolazione e un altro è stato posto in fermo amministrativo.

Nell’ambito dei controlli, due soggetti sono stati segnalati per l’uso personale di sostanza stupefacente in quanto trovati in possesso di piccole quantità di marijuana

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Olio esausto all’ingresso dei seggi elettorali del plesso “Don Bosco”

Gesto vandalico o di protesta? Presidenti e scrutatori hanno dovuto attendere la pulizia del luogo

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Olio esausto sparso sulla porta e i gradini d’ingresso di uno degli edifici del plesso elementare “Don Bosco” del quartiere Cicalisi, a Biancavilla. La sostanza e la bottiglia in plastica che la conteneva sono state trovate nel padiglione B che ospitano le sezioni 16 e 17.

I presidenti e scrutatori, impegnati nelle operazioni per queste elezioni europee, avrebbero dovuto procedere con i consueti preparativi per la costituzione dei seggi. Ma non è stato possibile accedere ai locali. I funzionari del Comune hanno dovuto chiamare una ditta specializzata perché pulisse l’area.

Il fatto sarebbe accaduto con ogni probabilità questa notte. Sul gesto intenzionale non ci sono dubbi. Si tratta di capire il valore: azione vandalica o gesto politico di protesta? Certo è che chi l’ha compito ha scavalcato la recinzione del plesso scolastico (appartenente al Primo circolo didattico) per poi gettare la sostanza oleosa e lasciando a terra la bottiglia. Sul posto, è intervenuta una pattuglia della polizia locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti