Connettiti con

Cronaca

Perquisizioni in sei abitazioni Territorio ai raggi X: 58 controlli

Pubblicato

il

carabinieri-controllo-territorio

“Visite” in casa e nelle sale gioco, posti di blocco e controlli straordinari da parte dei carabinieri. Evidenziate soprattutto violazioni al codice della strada: quasi 3500 euro di verbali.

di Vittorio Fiorenza

Perquisizioni in sei abitazioni finalizzate alla ricerca preventiva di armi da fuoco e munizioni, 58 persone sottoposte a verifiche, accertamenti in 5 sale da gioco e 13 veicoli fermati.

Sono questi i numeri relativi alla vasta operazione di controllo straordinario dei carabinieri che ha interessato tutto il territorio di Biancavilla. Posti di blocco, in particolare, su punti cruciali della viabilità cittadina, come viale dei Fiori e piazza Sgriccio.

Coinvolti non soltanto i militari della stazione biancavillese, ma anche carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile della compagnia di Paternò, del 10° Battaglione “Campania” e dell’11° Battaglione “Puglia”.

I controlli effettuati nell’arco di un solo pomeriggio hanno permesso di evidenziare soprattutto violazioni del codice della strada: tre le persone con auto senza copertura assicurativa, quattro gli automobilisti che circolavano senza revisione del veicolo, due i soggetti sprovvisti di documenti di circolazione e di guida, mentre uno non possedeva la patente.

Su 13 veicoli controllati, i verbali elevati sono stati 10 per un importo complessivo di quasi 3500 euro. Tre veicoli, poi, sono stati sottoposti a sequestro amministrativo, altri quattro sono stati sospesi dalla circolazione e un altro è stato posto in fermo amministrativo.

Nell’ambito dei controlli, due soggetti sono stati segnalati per l’uso personale di sostanza stupefacente in quanto trovati in possesso di piccole quantità di marijuana

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Omicidio Parisi a Piano Rinazze, ergastolo per Salvatore Fallica

L’agguato compiuto in stile mafioso nel 2003, un secondo imputato era morto per malattia

Pubblicato

il

La Polizia di Stato ha arrestato il pregiudicato biancavillese di 46 anni, Salvatore Fallica, perché destinatario di misura cautelare in carcere emessa dalla Corte di Assise di Appello di Catania. La Terza Sezione ha confermato la sentenza di primo grado alla pena dell’ergastolo, per il reato di omicidio premeditato con armi, in concorso con l’imputato Giuseppe Longo, morto alcuni anni fa per malattia.

L’arrestato, è ritenuto responsabile dell’omicidio di una guardia campestre paternese, Gaetano Parisi, avvenuto il 14 aprile 2003 in contrada Rinazze, a sud di Biancavilla.

La vittima, mentre viaggiava a bordo della sua Fiat 500, veniva speronata da una Fiat Uno, poco prima rubata e attinta mortalmente da numerosi colpi da fuoco esplosi a breve distanza, in pieno stile mafioso.

Fallica, ritenuto all’epoca appartenente alla famiglia mafiosa locale, è stato rintracciato presso la sua attività lavorativa dai poliziotti della Sezione Criminalità Organizzata – Squadra Catturandi. Con loro, pure personale del Commissariato di Adrano. L’uomo è stato arrestato e rinchiuso nella Casa Circondariale di Palermo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili