Connettiti con

In città

Attivato sportello legale a disposizione dei cittadini

Pubblicato

il

È stato attivato presso i locali di piazza Sgriccio 10, a Biancavilla, uno sportello che si propone di offrire assistenza legale di varia natura. Un’iniziativa privata rivolta gratuitamente ai cittadini biancavillesi.

«È un progetto -spiega l’avv. Rosalinda Leanza- che parte da lontano e che oggi prende finalmente forma. Si tratta di una realtà che al momento  possono vantare pochissimi paesi nel comprensorio catanese, dove lo sportello legale si è già rivelato un importante servizio per i cittadini. Adesso si aggiunge anche Biancavilla».

Gli ambiti di intervento riguardano ricorsi contro Equitalia, diritto di famiglia, infortunistica stradale, diritto condominiale, diritto tributario, recupero crediti, diritto del lavoro e previdenza, diritto penale, diritto dell’immigrazione.

«Lo scopo -continua il legale- è quello di offrire, coadiuvata da colleghi, un’attività di indirizzo, di prima consulenza gratuita su questioni giuridiche di varia natura, sulle  tempistiche e modalità processuali e, infine, sull’attività giudiziale da intraprendere,  a quanti ne facciano richiesta. È anche previsto, per gli aventi diritto, i quali  non superino i disposti limiti reddituali,  il patrocinio a spese dello Stato. Questo per venire incontro a chi,  impossibilitato a farsi carico di gravose spese legali (visto anche il particolare momento storico),  sarebbe costretto a rinunciare alla tutela dei propri diritti».

Lo sportello legale sarà attivo il martedì , giovedì e venerdì dalle 16 30 alle 19 30 ed il mercoledì dalle 9 30 alle 12 30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In città

I tradizionali “regali dei morti” agli ospiti del Cenacolo di Biancavilla

Iniziativa a sorpresa dell’equipe multidisciplinare e della direzione della comunità terapeutica assistita

Pubblicato

il

Il giorno della ricorrenza dei defunti, tutti gli ospiti della comunità terapeutica assistita “Cenacolo Cristo Re” di Biancavilla, a sorpresa, sono stati omaggiati di doni e dolciumi vari, tipici della nostra terra.

Questa iniziativa si inquadra complessivamente nelle attività programmate. Lo scopo è far vivere momenti di serenità e gioia agli assistiti in questo periodo di particolare difficoltà dovute alla pandemia in atto.

I pazienti, sbigottiti ed emozionati, hanno gradito tantissimo questo gesto simbolico. Ma tanto significativo e per loro inaspettato, offerto dalla direzione e programmato dalla equipe multidisciplinare della struttura.

Tutti, a proprio modo, hanno manifestato la gratitudine. Oltre al momento bello di condivisione, sono emersi ricordi d’infanzia collegati ai tanti familiari scomparsi, in modo particolare ai nonni.

Le emozioni espresse, i sorrisi manifestati hanno riempito di gioia anche gli operatori. Con amore hanno distribuito i doni ai pazienti, che si trovano a seguire un percorso terapeutico riabilitativo.

Il gesto non rimarrà isolato, bensì sarà inquadrato in una discussione e un confronto tra le figure professionali operanti nella struttura e gli utenti per favorire un percorso individuale e di gruppo per stimolare quei processi di elaborazione dei vissuti e programmare percorsi individualizzati che diano dignità e salute alla vita degli assistiti.

La Comunità Cenacolo Cristo Re si conferma con questi gesti, che possono apparire semplici, attenta a rinnovare le tradizioni nostrane ma soprattutto interessata alla qualità della vita dei propri ospiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili