Connettiti con

Fuori città

“Casa Mirio Fest”, una giornata in pineta a contatto con la natura

Pubblicato

il

Un momento della giornata passata a Piano Mirio, nella pineta di Biancavilla

Un momento della giornata passata a Piano Mirio, nella pineta di Biancavilla

di Vittorio Fiorenza

Una giornata a contatto con la natura, ancora una volta a piano Mirio, nella pineta comunale di Biancavilla. Un centinaio di appassionati, non solo biancavillesi, ma proveniente da Catania, Paternò, Adrano e Santa Maria di Licodia, ha risposto all’invito delle associazioni Rifiuti Zero, Auser e Bene Comune a “Casa Mirio Fest”.

Pranzo all’aperto, musica, racconti, esposizioni artistiche in chiave ecologista per riappropriarsi di uno spazio, che fino a qualche anno fa era lasciato nella sporcizia e nell’incuria.

E’ la terza iniziativa per Casa Mirio. Stavolta è intervenuta pure Marisa Mazzaglia, presidente del Parco dell’Etna. «Con lei –spiegano i promotori– abbiamo valutato le potenzialità di “Casa Mirio” come punto base per escursioni. Speriamo si possa approntare una segnaletica per il rifugio S. Gualberto. Abbiamo preso un reciproco impegno per lo sviluppo sostenibile e la salvaguardia di questa splendida pineta».

Altri rappresentanti istituzionali presenti sono stati Salvuccio Furnari, componente del Comitato esecutivo del Parco dell’Etna, e Chiara Longo, assessore del Comune di Adrano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cultura

L’orchestra “Toscanini” di Biancavilla vince concorso bandistico nazionale

Primo premio “Ama Calabria – Suono in Aspromonte”: importante riconoscimento a Lamezia Terme

Pubblicato

il

Primo premio assoluto per l’orchestra di fiati “Arturo Toscanini” di Biancavilla, con un punteggio 94/100, al conconrso bandistico nazionale “Ama Calabria – Suono in Aspromonte”. L’evento si è svolto al teatro “Grandinetti” di Lamezia Terme.

Si tratta di uno dei concorsi più conosciuti e rinomati in Italia. L’edizione 2024 ha ospitato complessi bandistici che si sono esibiti per categorie diverse. Il complesso biancavillese ha presentato il brano “Fate of the gods” del compositore Steven Reineke e il brano d’obbligo “Abutsu-bo” dell’italiano Enrico Tiso.

La giuria era presieduta da Maestri di fama internazionale: Felix Hauswirth, Fulvio Dose, Paolo Mazza, Giuseppe Testa e Francescantonio Pollice.

Il direttore dell’orchestra “Arturo Toscanini”, Carmelo Galizia, e il presidente dell’associazione, Piergiorgio Galizia, esprimono tutta la loro soddisfazione: «Il percorso di preparazione è stato lungo e impegnativo, ma i sacrifici e il duro lavoro di ogni singolo membro del nostro gruppo sono stati ripagati con soddisfazione e anche con un pizzico di orgoglio. Domani nell’ambito musicale-bandistico si parlerà senz’altro bene di Biancavilla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti