Connettiti con

Cronaca

Giocattoli contraffatti: sequestri e denunce a Biancavilla e a Misterbianco

Circa 400mila prodotti cinesi falsificati o non conformi alle norme scoperti dalla Guardia di finanza

Pubblicato

il

Circa 400mila giocattoli contraffatti e privi delle avvertenze previste dalla legislazione sulla sicurezza. Guardia di finanza in azione a Biancavilla e a Misterbianco, dove è stato sequestrato il grande quantitativo di merce. I militari della compagnia di Paternò hanno prima individuato alcuni articoli in un negozio di Biancavilla. Poi hanno ricostruito la filiera di distribuzione dei prodotti fino a rintracciare l’importatore in un grande capannone gestito da cinesi, a Misterbianco.

Al termine dell’operazione è stato sequestrato l’ingente numero di giocattoli: non conformi, privi del marchio CE o con tale marchio contraffatto, in violazione degli standard di sicurezza previsti dalla normativa Europea. Alcuni avevano il marchio falsificato di noti brand come Avenger, Barbie, Venom, Supreme, Bing, Fortnite.

I titolari delle attività commerciali sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Catania per le violazioni di rilevanza penale in materia di sicurezza dei giocattoli e per i reati di contraffazione e frode nell’esercizio del commercio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Cronaca

Abbandono di rifiuti, due vigili urbani beccano una donna “insospettabile”

Gli agenti biancavillesi hanno identificato la cittadina incivile: dovrà pagare una multa salata

Pubblicato

il

Una donna “insospettabile” è stata colta da due vigili urbani di Biancavilla mentre abbandonava sacchetti di spazzatura. I due agenti, tra coloro assunti da poco, hanno provveduto ad identificare la donna, che ora dovrà pagare una salata sanzione. L’episodio è avvenuto nelle ore in cui si stava ripulendo la discarica illegale di via dei Pini.

«È il quadro impietoso del ‘riempi e svuota’ – è il commento del sindaco Antonio Bonanno – cui siamo costretti ad assistere per l’incomprensibile atteggiamento di pochi cittadini che inspiegabilmente non intendono adeguarsi a una regolare raccolta differenziata che proprio a Biancavilla dà i propri frutti con numeri record».

Il primo cittadino definisce «gesti ostili e insensati» le condotte di cittadini che di proposito violano le più elementari regole. La multa elevata alla cittadina incivile possa servire «da lezione –auspica Bonanno – a quei pochi incivili che ancora si rifiutano di aderire alla efficiente raccolta differenziata in tutto il territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti