Connettiti con

Chiesa

Pentecoste, il raduno a Biancavilla: 600 giovani da tutta la diocesi

Pubblicato

il

Fervono i preparativi della Pentecoste diocesana dei giovani, prevista domenica 9 giugno, che quest’anno ha come titolo “Questo è il mio viaggio”, in riferimento al brano evangelico dei discepoli di Emmaus e al Sinodo sui giovani di Papa Francesco dello scorso ottobre.

La location scelta è proprio Biancavilla, che ospiterà circa 600 giovani provenienti da tutta la diocesi di Catania (nella foto in un’immagine dell’evento dello scorso anno).

Saranno due i punti di accoglienza dei giovani, a partire dalle ore 15.30: Villa delle Favare e piazza Sgriccio (davanti la sede dell’Associazione Nazionale Carabinieri).  Da qui, man mano che i gruppi si registreranno, verrà consegnato loro un gadget e partiranno verso piazza Roma percorrendo via Vittorio Emanuele. Lungo il tragitto saranno allestiti degli stand in cui si potrà essere coinvolti in attività a cura dei gruppi giovanili del XIII Vicariato Biancavilla-Santa Maria di Licodia.

«Da più di 30 anni la nostra diocesi il giorno di Pentecoste –spiega don Antonino Portale, direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale giovanile– celebra la giornata dei giovani, nella quale vengono coinvolti tutti i gruppi parrocchiali, oratori, associazioni e movimenti cattolici. Saranno diverse decine i pullman dei giovani, che prenderanno parte alla manifestazione, e più di 200 verranno a piedi da Adrano. Il tema della giornata “Questo è il mio viaggio” evidenzia il compito e la dimensione della pastorale giovanile: accompagnare e guidare i giovani a scoprire la presenza di Gesù nella quotidianità».

Dalle ore 16.00, sul palco di piazza Roma avrà inizio l’animazione con canti, musiche e testimonianze di fede.

Alle ore 17.00, il Movimento Giovanile Salesiano e i giovani di Comunione e Liberazione di Catania animeranno due momenti di riflessione inerenti al brano di Vangelo sui Discepoli di Emmaus e ai documenti del Sinodo sui giovani.

Alle ore 18.00, sarà il momento della testimonianza di un giovane della Comunità Internazionale Nuovi Orizzonti, che si occupa di disagio sociale e azioni di solidarietà a sostegno di chi vive in grave difficoltà.

Alle ore 19.30, celebrazione eucaristica presieduta da mons. Salvatore Gristina, arcivescovo di Catania, e animata dai cori parrocchiali di Biancavilla.

Durante tutto il pomeriggio, a partite dalle 15.30, piazza Collegiata sarà la zona riservata alle confessioni, mentre nella chiesa del Purgatorio ci sarà l’esposizione del Santissimo Sacramento per la preghiera personale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiesa

Un anno fa la morte di padre Nicoletti, svelata una lapide commemorativa

Il decesso, all’età di 79 anni, era avvenuto in sagrestia pochi minuti dopo il termine della messa

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Una chiesa gremita di fedeli per partecipare alla messa in suffragio di padre Salvatore Nicoletti, storico parroco dell’Idria. Poi, la svelata di una lapide commemorativa, posta sulla facciata della casa parrocchiale di via Gemma.

Così è stato ricordato il sacerdote biancavillese, ad un anno di distanza dall’improvvisa scomparsa all’età di 79 anni. Il decesso era avvenuto proprio nella sagrestia della chiesa dell’Idria al termine della celebrazione eucaristica da parte sua.

La comunità parrocchiale, il parroco Giovambattista Zappalà ed il sindaco Antonio Bonanno hanno voluto rendere omaggio alla sua memoria.

«In ricordo del sac. Salvatore Nicoletti, parroco di “S. Maria dell’Idria” dal 1985 al 2018, passato dall’eucaristia della terra alla liturgia del cielo», si legge nella targa marmorea.

Un prete apprezzato per la sua sobrietà, lontano da toni cerimoniosi e sfarzi retorici. Diceva sempre che avrebbe voluto morire con i paramenti sacri: così è stato. Una vocazione maturata in età adulta, la sua. Il suo impegno si è concentrato soprattutto ad accompagnare, nel loro cammino, i gruppi neocatecumenali.

© RIPRODUZIONE RISERAVATA

Continua a leggere

I più letti