Connettiti con

News

Aumentano i contagiati a Biancavilla: oltre la metà di loro ha meno di 18 anni

Il 60% dei “positivi” non è vaccinato, appello del sindaco Bonanno ad effettuare la terza dose

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Impennata di contagi Covid a Biancavilla. Allo stato attuale il numero delle persone risultate positive al coronavirus sono 73. Ma il dato che allarma di più riguarda la percentuale di giovani su cui è stata riscontrata l’infezione. Dei 73 contagiati, infatti, oltre il 50% è rappresentato da minorenni. Va anche sottolineato che circa il 60% dei “positivi” non risulta essere stato sottoposto a vaccinazione.

«Non vorrei che –commenta il sindaco Antonio Bonanno– in un momento di grande fiducia, sottolineata dalla non aggressività della nuova variante Omicron e dal raggiungimento in Italia di quota 100 milioni di vaccini, fossimo proprio noi a spalancare di nuovo le porte al virus».

Da qui, l’appello ai biancavillesi: «Mi rivolgo a tutti i cittadini e in special modo ai più giovani. È necessario rispettare le misure di sicurezza, indossando sempre la mascherina nei luoghi aperti al pubblico. È doveroso, poi, sottoporsi alla terza dose di vaccino affinché – come spiegano i virologi – nel nostro sistema immunitario si inneschi una memoria di lungo termine che consenta di fare altri richiami a distanza di anni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Lesioni cutanee, a Biancavilla incontro formativo sulla medicina rigenerativa

Casi cronici destinati ad aumentare: evento rivolto agli operatori sanitari organizzato dalla Fials

Pubblicato

il

Biancavilla protagonista della sanità provinciale. A Villa delle Favare il primo evento formativo sulla medicina rigenerativa e le nuove ricerche per la cura delle lesioni cutanee.

Un evento promosso dalla Fials Catania guidata dal segretario provinciale, Agata Consoli, e organizzato dal gruppo dirigente di Biancavilla, Nicolò Nicolò, Vincenzo Lanza, Giusi Cusmano, con il supporto locale, tecnico e organizzativo di Vincenzo Amato. Tutti lavoratori che operano quotidianamente presso l’ospedale di Biancavilla. 

«Abbiamo voluto questo evento – spiegano gli organizzatori – perchè è richiesto a gran voce sia dagli operatori sanitari sia dai professionisti che si occupano della formazione, per mettere in luce la buona sanità che esiste ed è presente anche a Biancavilla e in tutto il territorio del distretto, che comprende Bronte, Adrano e Paternò. L’interesse della Fials è di porre al centro dell’assistenza il paziente, che necessita di cure adeguate e di professionisti costantemente aggiornati sulle linee guida internazionali. Ciò si può ottenere unendo le forze, l’impegno e il dialogo».

In Italia due milioni di persone sono affette da lesioni croniche cutanee e il numero è destinato ad aumentare con la crescita della popolazione ultraottantenne. L’obiettivo del corso è formare gli operatori sanitari e prepararli alle nuove sfide del settore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti